×

Lombardia anticipa cassa integrazione: “Non aspettiamo lo stato”

Cassa integrazione anticipata in Lombardia: è questo il risultato dell'intesa tra sistema bancario e sindacati da una parte e Regione dall'altra.

coronavirus fontana lavoro 7 giorni

Dopo l’allarme dei consulenti del lavoro sull’impossibilità dell’arrivo della cassa integrazione prima dell’inizio di maggio, la Lombardia corre ai ripari e annuncia di aver raggiunto un accordo con le banche e per l’anticipo.

Lombardia anticipa cassa integrazione

Ad annunciarlo è stato il Presidente Attilio Fontana, che ha affermato che in un tale stato di emergenza le famiglie lombarde non possono più aspettare. Queste le sue parole: “Grazie ad un accordo con il sistema bancario e i sindacati, anticipiamo la cassa integrazione ai lavoratori lombardi. Tra una settimana fino a un milione di cittadini potranno chiedere l’assegno. La Lombardia parla con i fatti“.

Non poteva mancare nel suo discorso un attacco al governo centrale, da cui a sua detta non è noto quando e se arriveranno i soldi per imprese e lavoratori.

Non è entrato nel dettaglio a spiegare le modalità e il giorno esatto in cui potrà essere effettuata la richiesta, informazioni che verranno rese note più avanti sul sito della regione.

Immediato il plauso del segretario leghista, che ha elogiato l’iniziativa della regione di anticipare i soldi laddove Roma tarda a mandarli. D’altronde già nei giorni precedenti i consulenti del lavoro avevano spiegato che gli strumenti messi in campo dall’esecutivo per anticipare la cassa integrazione si sono rivelati inefficaci e incapaci di garantire tempi rapidi.

Secondo loro infatti prima dell’inizio di maggio sarà molto difficile che i lavoratori possano anche solo intravederla.

Contents.media
Ultima ora