×

Bufera su Gallera: “Ospedali privati hanno accolto pazienti ordinari”

Condividi su Facebook

Uscita infelice di Giulio Gallera, Regione Lombardia: "Bisogna ringraziare gli ospedali privati che hanno aperto le loro stanze di lusso".

gallera ospedali privati
Bufera su Gallera per le frasi sugli ospedali privati

Fa discutere l’ultima uscita pubblica di Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia, in merito agli ospedali privati. Queste strutture, infatti, in tempi di pandemia da Coronavirus – specie nel periodo tra febbraio e aprile quando il sistema sanitario italiano era al collasso – hanno accolto gratuitamente i pazienti affetti dal Covid-19.

Un gesto di estrema generosità per Gallera che, in occasione di un intervento a un talk online organizzato da Rcs Academy, si è lasciato andare a una frase non passata sottotraccia.


Secondo l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, gli ospedali privati andrebbero ringraziati poiché: “Hanno aperto le loro terapie intensive e le loro stanze lussuose ai pazienti ordinari”.

Aggettivi e termini che hanno fatto infuriare Partito Democratico e Movimento 5 Stelle.

Giulio Gallera e gli ospedali privati

Il braccio destro di Attilio Fontana nella gestione dell’emergenza Coronavirus in Lombardia ha evidenziato l’importanza degli ospedali privati: “Una ricchezza che ci ha aiutato durante la pandemia ma – ha ammonito Gallera – , ogni ospedale e ogni presidio deve continuare con la propria vocazione, anche in termini di posti letto che sono solo 3 ogni 100 abitanti.

L’insieme dei presidi ospedalieri della Lombardia ha tenuto, ma dobbiamo rallentare i tagli ai posti letto”.



Sull’intervento di Gallera sono arrivati commenti durissimi da parte di Buffagnini, viceministro dello Sviluppo Economico: “Ma non si vergogna? Cosa significa pazienti ordinari? Queste non sono solo cose che un assessore al Welfare non dovrebbe dire… Non dovrebbe proprio pensarle.

I cittadini sono tutti uguali. Non esistono pazienti di serie A e di serie B!” è stato il suo commento su Facebook.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
lian bao

questo buff agni è un grande testa vuota,questi grigliati insieme ai sinistrati, sanno solo girare le parole come fa comodo a loro, ma essendo senza testa non riescono capire che gli ospedali privati si sono premurati di dare un aiuto al pubblico ma non per la discriminazione dei pazienti, che eventualmente esisteva prima del convid, dove chi voleva entrare nel privato sarebbe stato costretto a pagare molto di più. su questo fattore i politicanti che abbiamo al governo dovrebbero fare in modo che venga la PARIFICAZIONE tra pubblico e privato in quanto i cittadini, principalmente in questi frangenti sono tutti… Leggi il resto »


Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.