×

De Luca pro Made in Italy contro l’olio tunisino e il pomodoro cinese

Dopo Salvini, anche De Luca attacca i prodotti importati, che non sono Made in Italy: "Sono una porcheria" aggiunge.

De Luca contro l'olio tunisino

Il governatore della Campania fa ancora parlare di sé. Vincenzo De Luca sostiene il Made in Italy e si scaglia contro l’olio tunisino e il pomodoro cinese. È quanto ha dichiarato all’inaugurazione del nuovo mercato contadino di Coldiretti a Fuorigrotta (Napoli).

De Luca contro l’olio tunisino

L’inaugurazione del nuovo hub dei prodotti agroalimentari Made in Italy è stata l’occasione per il governatore di elogiare i prodotti nostrani a scapito di quelli d’importazione. Fra le sue menzioni, l’olio della Tunisia: “L’olio tunisino lo pagate un terzo di quello italiano, ma non è olio. È nafta” ha dichiarato De Luca. Nell’invettiva, c’è spazio anche per il pomodoro cinese: “Se volete pomodori del Pienollo o del San Marzano non potete scegliere il pomodoro cinese” ha aggiunto:”Viene strizzato e ridotto in concentrato.

È un’altra cosa“. Il presidente della Regione Campania rincara la dose quando menziona il “Parmesan“, il “Parmigiano” prodotto all’estero: “Un’autentica porcheria“.

De Luca e il precedente della Nutella di Salvini

In modo inconsapevole, il governatore ha ricalcato le uscite del senatore della Lega, Matteo Salvini. Durante il comizio tenuto a Ravenna lo scorso dicembre, Salvini aveva dichiarato di non mangiare più pane e Nutella perché realizzata con “nocciole turche”, forse ignaro dell’esistenza di un progetto lanciato dalla Ferrero proprio per riportare la produzione di nocciole in Italia.

I recenti botta e risposta fra i due politici non portano di certo ad accomunarli. Tuttavia, nei modi il presidente della Regione Campania non sembra distanziarsi da Matteo Salvini.

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Grieco

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora