×

De Luca pro Made in Italy contro l’olio tunisino e il pomodoro cinese

Condividi su Facebook

Dopo Salvini, anche De Luca attacca i prodotti importati, che non sono Made in Italy: "Sono una porcheria" aggiunge.

De Luca contro l'olio tunisino

Il governatore della Campania fa ancora parlare di sé. Vincenzo De Luca sostiene il Made in Italy e si scaglia contro l’olio tunisino e il pomodoro cinese. È quanto ha dichiarato all’inaugurazione del nuovo mercato contadino di Coldiretti a Fuorigrotta (Napoli).

De Luca contro l’olio tunisino

L’inaugurazione del nuovo hub dei prodotti agroalimentari Made in Italy è stata l’occasione per il governatore di elogiare i prodotti nostrani a scapito di quelli d’importazione. Fra le sue menzioni, l’olio della Tunisia: “L’olio tunisino lo pagate un terzo di quello italiano, ma non è olio. È nafta” ha dichiarato De Luca. Nell’invettiva, c’è spazio anche per il pomodoro cinese: “Se volete pomodori del Pienollo o del San Marzano non potete scegliere il pomodoro cinese” ha aggiunto:”Viene strizzato e ridotto in concentrato.

È un’altra cosa“. Il presidente della Regione Campania rincara la dose quando menziona il “Parmesan“, il “Parmigiano” prodotto all’estero: “Un’autentica porcheria“.

De Luca e il precedente della Nutella di Salvini

In modo inconsapevole, il governatore ha ricalcato le uscite del senatore della Lega, Matteo Salvini. Durante il comizio tenuto a Ravenna lo scorso dicembre, Salvini aveva dichiarato di non mangiare più pane e Nutella perché realizzata con “nocciole turche”, forse ignaro dell’esistenza di un progetto lanciato dalla Ferrero proprio per riportare la produzione di nocciole in Italia.

I recenti botta e risposta fra i due politici non portano di certo ad accomunarli. Tuttavia, nei modi il presidente della Regione Campania non sembra distanziarsi da Matteo Salvini.

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.