×

Esplosione Beirut, Manlio Di Stefano: “Un abbraccio agli amici libici”

Condividi su Facebook

Manlio Di Stefano, Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, ha commentato quanto accaduto a Beirut, ma il suo errore non è passato inosservato.

Manlio Di Stefano libici
Manlio Di Stefano libici

Morte e devastazione si aggiungono alla sofferenza dell’emergenza sanitaria ed economica che il Paese sta affrontando. Si aggrava il bilancio dell’esplosione di Beirut. Resta angoscia e disperazione. Si respira il dolore per le strade distrutte. Macerie ovunque e corpi feriti di ogni età.

Nel pomeriggio del 4 agosto si sono verificate due esplosioni, una dopo l’altra, udite fino all’isola di Cipro. Un edificio a tre piani è crollato e si cercano persone intrappolate sotto le macerie. “Beirut è una città distrutta. Le esplosioni sembravano Hiroshima”, ha detto a un emittente locale il governatore Marwan Aboud, definendo la drammatica vicenda “un disastro nazionale senza precedenti”. Recatosi sul posto, Aboud ha poi fatto sapere che tra i numerosi dispersi ci sarebbero molti Vigili del Fuoco accorsi per soccorrere i coinvolti e spegnere l’incendio scoppiato subito dopo la prima esplosione.

L’impatto violentissimo ha distrutto anche tre ospedali della Capitale libanese. Mentre Donald Trump ritiene ci siano degli attentatori dietro l’esplosione a Beirut, non è passato inosservato l’errore del grillino Manlio Di Stefano: il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, infatti, sui social ha espresso la sua vicinanza agli “amici libici”. La gaffe è stata ripresa da moltissimi utenti.

Manlio Di Stefano, “Un abbraccio ai nostri amici libici”

Una gaffe che non poteva passare inosservata, soprattutto se a scriverla è il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri. Sul suo profilo Twitter, infatti, Manlio Di Stefano ha scritto: “Con tutto il cuore mando un abbraccio ai nostri amici libici. Lo abbiamo già detto e lo ripeto anche io, l’Italia c’è ed è pronta a dare tutto l’aiuto possibile. Coraggio”.

L’errore è stato sicuramente accidentale, ma è finito subito nelle grinfie del web ed è stato ripreso da moltissimi utenti sui social.

Manlio Di Stefano libici

Il tweet di Di Stefano, con il quale ha voluto esprimere la solidarietà dell’Italia al Paese così duramente colpito, è stato rapidamente corretto.

Anche il premier Giuseppe Conte ha commentato quanto accaduto a Beirut: “Le terribili immagini che arrivano dal Libano descrivono solo in parte il dolore che sta vivendo il popolo libanese. L’Italia farà tutto quel che le è possibile per sostenerlo. Con la Farnesina e il ministero della Difesa stiamo monitorando la situazione dei nostri connazionali”.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.