×

Dpcm, La Russa: “Natale e Capodanno a casa? È stupido”

Condividi su Facebook

L'Aria che tira, Ignazio La Russa sul Dpcm: "Gli italiani a casa a Natale e Capodanno? Peggio che dittatoriale, stupido".

Ignazio La Russa

Ignazio La Russa è stato ospite al programma L’Aria che tira in onda su La7. La Russa ne ha approfittato per dire la sua sul Dpcm. A detta dell’esponente di Fratelli d’Italia tenere gli italiani a casa sia a Natale che a Capodanno è a suo dire stupido.

Queste le parole esatte di La Russa durante la sua ospitata al talk di Myrta Merlino: “Tenere gli italiani in casa a Natale e Capodanno è peggio che dittatoriale, è stupido. Così come è stupida anche la proposta di anticipare di due ore la nascita di Gesù Bambino. Magari accorpiamo Pasqua e Natale, magari la CGIL trova come data unica il 25 aprile. Siamo alle sciocchezze”.

La Russa in disaccordo col Dpcm

Nel suo intervento al talk L’Aria che tira condotto da Myrta Merlino, Ignazio La Russa ha lamentato le scelte del governo, tramite il Dpcm, che obbligherebbero gli italiani a passare le festività natalizie chiusi in casa, per far fronte all’emergenza coronavirus che sta martoriando il nostro paese e ancora gran parte del globo da fine 2019/inizio 2020.

Per lui una simile scelta è una “sciocchezza”. Il politico non accetta, inoltre, la scelta di anticipare la nascita di Gesù Bambino di ben due ore per assicurare il rispetto del coprifuoco.

Le dichiarazioni contro il governo e Speranza

Sul governo, e in particolare sul ministro della Salute Roberto Speranza, Ignazio La Russa ha invece affermato: “Manca l’autocritica nella maggioranza che sostiene Conte. Nessuna parola sulla colpa di non aver preparato l’attività dei trasporti alla ripresa delle attività produttive e di scuola.

Nessuna autocritica per avere fatto passare tutta l’estate senza predisporre le strutture sanitarie o rinforzare il numero di medici addetti agli ospedali di tutti i tipi, visto che il ministro Speranza ci ha detto che la seconda ondata fosse scontata”.

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Della Corte

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.

Leggi anche

Contents.media