×

Roberto Cingolani, chi è il ministro per la Transizione Ecologica

Il nuovo ministro per la Transizione Ecologica è Roberto Cingolani, stimato fisico e accademico di calibro internazionale.

Roberto Cingolani chi è
Roberto Cingolani chi è

Il Governo di Mario Draghi si è aperto con un nuovo ministero, vale a dire il Ministero per la Transizione Ecologica tanto chiesto dal Movimento 5 Stelle. Dal 12 febbraio, il nuovo ministro è Roberto Cingolani stimato fisico e accademico che ha alle spalle un’importante carriera.

Come direttore scientifico ha lavorato in realtà importanti quali l’Istituto Italiano di Tecnologia, ruolo che Cingolani ha ricoperto dal 2005 fino al 2019. Cingolani ha ricoperto inoltre una carriera accademica di primo piano. Ricercatore e professore associato del Salento, è stato inoltre tra il 1997 e il 2000 professore in visita in realtà quali la Virginia Commonwealth University e l’università di Tokyo.

Chi è Roberto Cingolani

Nato il 23 dicembre del 1961 a Milano, il nuovo ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani è uno stimato fisico, nonché docente italiano.

A partire da settembre 2019 ricopre il ruolo di Chief Technology and Innovation Officer di Leonardo s.p.a, la società per la difesa e l’aerospazio, Cingolani ha raggiunto nel corso della sua carriera scientifica e accademica, obiettivi importanti come il Premio Roma per la Scienza nel 2015. Nel 2016 invece ha lavorato attivamente nello sviluppo dello Human Technopole di Milano.

Come docente è stato professore associato di fisica generale presso l’Università di Salento dal 1991 al 1999.

Dopo una breve parentesi all’estero tra gli Stati Uniti e il Giappone, Cingolani è ritornato presso l’ateneo salentino ricoprendo il ruolo di professore di fisica ordinario. Ultimo ma non meno importante, ha lavorato con il Premio Nobel per la fisica Klaus von Klitzing presso il Max Institut di Stoccarda dal 1988 al 1991.

Contents.media
Ultima ora