Professoressa legata e presa a calci: denunciati studenti
Professoressa legata e presa a calci: denunciati studenti
Cronaca

Professoressa legata e presa a calci: denunciati studenti

professoressa

Caricato sui social il video di una professoressa di Alessandria legata e presa a calci dai suoi alunni.

E’ stato diffuso sui social network un video che ha come protagonista una professoressa di Alessandria legata a una sedia e presa a calci dai suoi alunni. Gli studenti, tra i 14 e i 15 anni, sono stati sospesi, ma costretti alla frequenza scolastica.

Professoressa legata e picchiata

E’ stata immobilizzata su una sedia con dello scotch e presa a calci da alcuni alunni la professoressa di Alessandria coinvolta nel terribile atto di bullismo che ha fatto impazzire i social. A riportarlo è “La Stampa”, che a un mese di distanza ha raccontato l’incubo vissuto dalla donna. La supplente, di corporatura fragile e affetta da difficoltà motorie, è stata soccorsa da uno studente di un’altra classe, che, non appena ha sentito le grida dell’insegnante e si è accorto di ciò che stava accadendo, ha chiamato in aiuto un bidello. La donna, una volta liberata, pur non avendo riportato contusioni è stata portata per sicurezza all’ospedale.

Gli studenti incriminati hanno filmato la scena dell’aggressione e hanno diffuso il video sul web.

Le immagini sono circolate per qualche giorno prima di essere cancellate dai profili dei bulli, compagni di classe di una scuola superiore della città piemontese. Si tratta dell’istituto tecnico commerciale statale “Leonardo Da Vinci”. L’agghiacciante post su Instagram recitava: “Gesto degno di nota”.

Il Consiglio d’Istituto, riunitosi per decidere della sorte dei bulli, ha deciso di sospendere i ragazzi per un mese, obbligandoli però a frequentare la scuola per svolgere lavori socialmente utili. Nel periodo della punizione, gli studenti dovranno recarsi nelle altre classi a gruppi di tre e svuotare i cestini delle aule durante l’intervallo. Aiuteranno inoltre i bidelli nelle consuete mansioni di manutenzione. Alcuni colleghi della professoressa vittima del terribile atto di bullismo si sono rivelati insoddisfatti dei provvedimenti presi. Hanno dichiarato alla stampa che avrebbero optato per una punizione più severa, data la gravità dell’avvenimento. Al contrario, il dirigente scolastico Salvatore Ossino ha cercato di ridimensionare l’importanza dell’accaduto, affermando che i ragazzi sospesi avrebbero solo preso in giro la professoressa, senza legarla né picchiarla.

Prof bullizzati

Pare che il numero degli atti di bullismo nei confronti dei docenti si sia moltiplicato a partire dall’inizio del 2018.

Tra i vari episodi, c’è quello riportato il 20 marzo da “Leggo”, che ha raccontato il caso di una professoressa di Firenze presa a pugni da un alunno dopo avergli chiesto di consegnarle il cellulare. Il fatto si è verificato presso l’istituto tecnico Sassetti Peruzzi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche