Elezioni: il proporzionale salva Boldrini e Bersani
Elezioni: il proporzionale salva Boldrini e Bersani
Cronaca

Elezioni: il proporzionale salva Boldrini e Bersani

elezioni

Dopo le elezioni, restano in Parlamento grazie al sistema proporzionale alcuni grandi nomi della politica italiana, tra cui Boldrini e Bersani.

Sorprendenti risvolti dopo le elezioni. Grazie al meccanismo proporzionale e al calcolo della ripartizione dei seggi, si salvano dall’eliminazione alcuni veterani della politica italiana, tra cui Laura Boldrini e Pier Luigi Bersani. La maggioranza dei seggi è stata distribuita ai 5 stelle, primo partito.

Ripescati dopo le elezioni

Il calcolo per la distribuzione dei seggi alla Camera ha “graziato” chi è stato sconfitto nei collegi uninominali. Sono stati ripescati, tra i tanti, Laura Boldrini e Pier Luigi Bersani. E poi ancora, Dario Franceschini, duramente sconfitto a Ferrara, Marco Minniti, il presidente dem Matteo Orfini e il ministro Maurizio Martina. Essi avranno la possibilità di tornare in Parlamento, dove il conteggio dei seggi della Camera attribuiti con il metodo proporzionale ha assegnato 607 seggi su 630 disponibili.

elezioni

Una sconfitta quindi non definitiva per il centro-sinistra, che si salva in corner dopo i disastrosi risultati delle elezioni. La maggioranza dei seggi è stata occupata da deputati pentastellati. Il Movimento 5 stelle, diventato primo partito grazie al 32,66% delle preferenze, ha aggiunto 133 deputati agli 88 ottenuti con il sistema uninominale.

Il totale ammonta dunque a 221 deputati. Seguono il Pd, che ha aumentato il numero dei deputati, raccogliendo 86 seggi, in base al 18,3% conquistato alle elezioni. Per quanto riguarda il centro-sinistra, 2 seggi sono spettati anche a Svp, nessuno invece a +Europa, Insieme e Civica popolare. Il numero totale di deputati di centro-sinistra conta quindi 112 seggi.

Migliori i risultati del centro-destra. La Lega ha conquistato 73 seggi grazie 17,37% dei voti, mentre Forza Italia si è aggiudicato 59 seggi dopo avere ottenuto il 14,01% dei voti. Fratelli d’Italia, con il 4,35% dei voti, si è fermato a 19 seggi. Il numero totale di deputati di centro-destra, dunque, considerando anche i seggi conquistati agli uninominali, ammonta a 260 deputati.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche