> > Rifiuta la maglia LGBTQ, hockeista nella bufera: "Fedele alla mia religione"

Rifiuta la maglia LGBTQ, hockeista nella bufera: "Fedele alla mia religione"

Hockey

Il campione di hockey su ghiaccio Ivan Provorov si è rifiutato di indossare una maglietta a favore dei diritti della comunità LGBTQ

Ivan Provorov è un atleta russo di hockey su ghiaccio che milita attualmente nei Philadelphia Flyers, un’importante squadra del campionato NHL, la lega di maggiore successo al mondo per quanto riguarda questo sport.

Provorov è finito al centro di una bufera per essersi rifiutato di indossare una maglietta con il simbolo LGBTQ.

La maglietta LGBTQ e il rifiuto di Provorov

La società di Philadelphia aveva deciso di far indossare, durante il riscaldamento della loro ultima partita, una maglietta con l’arcobaleno LGBTQ, per mostrare vicinanza alla comunità e sostegno verso i loro diritti. Il giocatore russo Ivan Provorov, però, si è riufiutato di compiere questo gesto e si è presentato sul ghiaccio con la normale divisa da riscaldamento.

Su di lui sono piovute diverse critiche, ma il russo si difende:La mia scelta è di rimanere fedele a me stesso e alla mia religione. Questo è tutto quello che ho da dire.”

Provorov sotto accusa per il rifiuto alla maglia LGBTQ: la difesa della NHL

Sull’argomento è dovuta intervenire anche la Lega, che ha specificato che ogni giocatore è libero di non mostrarsi partecipe alle iniziative LGBTQ-friendly organizzate dalla stessa NHL: I giocatori sono liberi di decidere quali iniziative sostenere e noi continuiamo a incoraggiare le loro voci e prospettive su questioni sociali e culturali.” Nessuna sanzione, quindi, per il russo che a tutti gli effetti ha agito senza violare nessuna policy presente nel suo contratto da giocatore.