×

Coronavirus, studio americano: “Ristoranti raddoppiano il rischio”

Condividi su Facebook

Doppia probabilità di essere positivi ad un tampone se si va a mangiare in un ristorante.

Covid ristoranti
Covid ristoranti

Uno studio americano sul Coronavirus ha svelato che i ristoranti portano il doppio del rischio di contagio da Coronavirus. Tra tutte le attività svolte nei luoghi pubblici, mangiare al ristorante è senza dubbio quella più rischiosa. Ora che i contagi sono in aumento, bisogna prestare molta attenzione, seguire le regole ed evitare di mettersi a rischio.

Mangiare al ristorante potrebbe raddoppiare le possibilità di contagio, come ha svelato uno studio dei Cdc (Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie) degli Stati Uniti.

Lo studio americano sul Coronavirus

Lo studio americano sul Coronavirus ha svelato che si ha una probabilità doppia di risultare positivi al tampone se si va a mangiare al ristorante nei 15 giorni precedenti al momento delle analisi.

Questa ricerca ha confrontato 150 soggetti che sono stati risultati positivi a luglio in dieci Stati, a cui sono state poste diverse domande sulle attività in comunità. Non sono emerse differenze significative nel rischio per le riunioni in casa con meno di dieci persone, per lo shopping, per gli uffici, i parrucchieri, le palestre, i trasporti pubblici e le cerimonie religiose. Chi, invece, era stato in un ristorante presentava il doppio del rischio di contagio.

L’esposizione al virus al ristorante è stata legata alla circolazione dell’aria. La direzione e l’intensità dei flussi potrebbero influire sulla trasmissione del virus anche se le misure di distanziamento sono applicate correttamente. Le mascherine non possono essere indossate mentre si mangia o si beve, mentre altre attività, come lo shopping, non le precludono” hanno scritto gli autori dello studio. Il consiglio, di conseguenza, è di prestare molta attenzione e di rispettare tutte le regole ogni volta che si va a mangiare fuori.

  • LEGGI ANCHE: Coronavirus, goccioline infettive sospese nell’aria: il nuovo studio

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.