×

Nel 2021 forse si dovrà sottrarre il “secondo intercalare”: cosa significa

L'introduzione del "secondo intercalare" è avvenuta nel 1972, ma nel 2021 potrebbe accadere qualcosa di inedito.

secondo intercalare 2021

La Terra sta girando più velocemente del solito nel 2021. Un fenomeno naturale, che tuttavia potrebbe avere delle ripercussioni sulla misurazione del tempo. Per la prima volta, infatti, potrebbe rivelarsi necessaria la sottrazione del cosiddetto “secondo intercalare“, che viene utilizzato proprio per correggere gli orologi atomici sincronizzandoli con la rotazione terrestre.

La spiegazione arriva dagli esperti.

Il secondo intercalare

La velocità di rotazione della Terra varia per natura periodicamente. Nel recente periodo è stata più lenta del previsto, tanto che nel 1972 si è resa necessaria l’introduzione del “secondo intercalare“, che da allora è stato usato 27 volte. L’ultima nel 2016. In media una volta ogni anno e mezzo.

Nel 2021, tuttavia, esso potrebbe per la prima volta nella storia essere sottratto.

Il Pianeta infatti sta girando più velocemente del previsto. Questa tendenza ha avuto inizio già lo scorso anno. Il 19 luglio 2020 è stato infatti il giorno più breve della storia da quando si hanno gli attuali sistemi di misurazione. 

Nel concreto, nel caso in cui il “secondo intercalare” venisse davvero sottratto, l’orologio passerebbe dalle 23:59 e 58 secondi alle 0:00 e 0 secondi, senza passare dalle 23:59 e 59 secondi. 

Il parere degli esperti

È certamente corretto dire che la Terra stia girando più velocemente di quanto abbia fatto in qualsiasi momento negli ultimi cinquant’anni, ed è pienamente possibile che un secondo intercalare negativo si renderà necessario se la velocità di rotazione della Terra aumenterà ulteriormente“, ha spiegato Peter Whibberley, ricercatore del National Physical Laboratory, al Telegraph.

Al momento, ad ogni modo, è ancora troppo presto per avere risposte certe. L’International Earth Rotation Service (IERS) in genere annuncia tali variazioni sei mesi prima rispetto all’entrata in vigore.

Finora non è arrivata alcuna comunicazione.

Contents.media
Ultima ora