Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Sesso in strada: maxi multa per un coppia friulana
Cronaca

Sesso in strada: maxi multa per un coppia friulana

sesso

Una coppia troppo disinvolta ha attirato l'attenzione di residenti e automobilisti: ora i due amanti dovranno pagare una multa di 20mila euro

Sesso in strada a Cervignano del Friuli, in provincia di Udine. Nel comune friulano una coppia è stata notata da più persone completamente nuda, mentre stava facendo liberamente l’amore davanti a tutti. È accaduto ieri sera, lunedì 24 luglio, verso le sette di sera, in via Midena, in una zona residenziale del Comune di Cervignano. La zona è costellata da villette e non si trova lontana dalla strada regionale 14 che porta a Monfalcone.

I due amanti focosi sono stati avvistati da più persone. Si trovavano nelle vicinanze delle loro automobili. Lui è un 40enne di Monfalcone, lei una 30enne di Trieste. Allarmati dai cittadini e dagli automobilisti che avevano visto chiaramente la scena, sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Cervignano. I due amanti sono stati fatti rivestire e poi multati. Entrambi dovranno pagare, a testa, 10mila euro. Un momento di trasgressione che ricorderanno a lungo…

Atti osceni in luogo pubblico: reato e sanzioni

Appartarsi in auto non costituisce più un reato penale.

Dopo la penalizzazione, infatti, gli atti osceni in luogo pubblico non rientrano più nei reati penali. Fino a prima della depenalizzazione gli atti osceni comportavano una reclusione da 3 mesi a 3 anni. Ora non hanno più una rilevanza penale, ma rimane comunque la sanzione. Per chi commette atti osceni in luogo pubblico, infatti, è prevista una multa che va dai 5mila ai 30mila euro.

Appartarsi in auto, quindi potrebbe costare molto caro. Le sentenze storiche che hanno dato una definizione agli atti osceni per chi si appartavano in macchina sono numerose. La sentenza 6302 del 1998 chiariva ad esempio che gli atti osceni commessi in macchina di notte o su strade non frequentate avevano la stessa rilevanza di quelli commessi di giorno e su strade frequentate. Infatti non è l’ora notturna o la frequentazione della strada a far decadere la possibilità che un eventuale passante possa vedere tali atti. A meno che, chiarisce la sentenza, l’autore degli atti osceni adotti delle tecniche che rendano l’interno dell’auto non visibile.

Come ad esempio l’appannamento dei vetri o la copertura degli stessi.

Per poter fare sesso in auto o in strada senza incorrere nel reato di atti osceni è quindi necessario prendere degli opportuni accorgimenti per non essere osservati. È vero che se colti in flagrante non si rischia più di sporcare la propria fedina penale, poiché non è più considerato un reato. Ma si incorre comunque nel rischio di prendere una sanzione molto salata. Si precisa, in ogni caso, che se gli atti osceni vengono perpetrati in luoghi pubblici frequentati abitualmente da minori la reclusione rimane da 4 mesi a 4 anni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche