×

Sexting: cos’è, significato e traduzione

default featured image 3 1200x900 768x576

Con la tecnologia sempre all’avanguardia, molti sono i pericoli che i giovani in corrono nel web. Ecco la nuova pericolosa tendenza, Sexting. Che cos’è?

Un nuovo gioco molto pericolo fa sì che si trasformi nel peggior incubo possibile a cui i giovani vanno incontro, il Sexting.

La parola stessa è l’unione che nasce da due termini inglesi: sex = sesso e texting = testo. È la nuova tendenza che coinvolge già molti ragazzi nonostante sia attivo da poco tempo. Esso avviene tramite gli ormai noti e ultra tecnologici smartphone o tramite Pc.

Si inviano immagini particolari e molto piccanti che riguardano la parola sesso. Vengono inviate tramite mail, messaggi ad amici o partner per provocare in loro qualche strana indole o per divertimento.

Tutto questo avviene all’insaputa dei genitori che tendono ancora ad ignorare i vari possibili pericoli che si incontrano nel mondo virtuale, anche quelli più banali.

Questa nuova tendenza nasce sempre dagli Stati Uniti dove il 20% dei ragazzi dai 16 ai 19 anni ha provato il brivido di piacere nel fare sexting.

Questa moda sta coinvolgendo anche i ragazzi d’Italia. Ricordiamoci che tutto questo accade per la malafede che una persona prova e tende a diffondere le vostre immagini anche se fatte per intimità in coppia.

Una volta che le immagini iniziano a girare in rete, impossibile l’azione di recuperare le copie e cancellare dal web.

Da qui nascono poi anche i problemi di cyber bullismo che tende a ridicolizzare, ledere la persona e venire persino deriso dai propri compagni. Spesso questo comportamento spinge la persona a diventare depressa con tendenze al suicidio.

Il Sexting per i ragazzi è solamente un gioco momentaneo, per divertirsi ed essere provocanti, per attirare l’attenzione su di sé, per poter far parte della società.

Un pensiero malato e irrazionale. Si finisce poi per scambi pedopornografici o addirittura nelle grinfie dei pedofili. Anche se si è consapevoli dell’atto compiuto, bisogna stare attenti poiché sono comunque punibili dalla legge per pornografia minorile.

Pertanto i genitori sono invitati a controllare maggiormente il computer e smartphone dei figli, bloccando determinati siti con dei filtri appositi. Educateli in modo positivo e sano riguardo alla privacy e alla loro condotta nella società.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora