×

Paralisi di Bell: cause, sintomi e possibili cure

La paralisi di Bell è una paralisi facciale. Cerchiamo di capirne insieme le cause, i sintomi e le possibili cure di questa patologia cercando di capire cosa sia.

default featured image 3 1200x900 768x576

La paralisi di Bell, nel momento in cui si manifesta, può spaventare molto chi ne è afflitto e colpito, in quanto non è possibile muovere nessun lato del viso. Con questa paralisi non c’è nulla per cui preoccuparsi e allarmarsi, in quanto nel giro di poco tempo, la situazione può migliorare e tutto tornare alla normalità.

La paralisi di Bell

Nel caso non sapessi di che tipo di paralisi sia, sappi che qui puoi trovare tutte le informazioni necessarie riguardo questa patologia. La paralisi di Bell è un tipo di paralisi del nervo facciale e si manifesta soltanto su un lato del viso. E’ un tipo di patologia temporanea per cui in un paio di giorni tutto può migliorare e tornare a posto. Oltre a essere conosciuta in questo modo, è definita anche come paresi a frigore, ovvero a freddo, sebbene il freddo non sia una caratteristica.

Nei casi maggiormente seri, i pazienti afflitti riescono a recuperare la mobilità facciale entro sei mesi. Bisogna prestare particolarmente cura all’occhio della parte paralizzata del viso. L’occhio va sempre tenuto chiuso o comunque bagnato con lacrime artificiali. Con questa paralisi, il paziente non ha alcun controllo dei muscoli del viso e il periodo maggiormente serie è quello nei due giorni a seguire da quando si presenta il problema. Con questo tipo di paralisi, diventa difficile mangiare e bere e anche il controllo della saliva può risultare davvero difficoltoso.

Nei casi maggiormente seri, la patologia può arrivare a colpire anche tutto il viso ostacolando qualsiasi movimento.

face_1

Le cause

Le cause di questa paralisi possono essere varie. Le cause possono dipendere da una contaminazione virale.

Il virus, come quello dell’herpes simplex, dell’herpes zoster e della mononucleosi sono i maggiori responsabili di questa paralisi. Oltre a una condizione virale, altre cause sono tipo chirurgico, in seguito a una operazione o a un trauma. Tra queste, le altre cause sono l’infezione da HIV, la malattia di Lyme, alcune malattie che possono interessare la bocca, le mani, i piedi, oltre all’influenza e alla rosolia. Le donne in gravidanza o che hanno il diabete sono quelle maggiormente colpite da questo tipo di paralisi.

I sintomi

La paralisi di Bell si evolve in modo veloce e la fase più seria avviene nelle prime 48 ore. Con questa paralisi si può passare da un leggero intorpidimento sino al blocco totale dei muscoli, causando la difficoltà di ogni movimento del viso. I sintomi che fanno presagire una paralisi di questo tipo sono i seguenti:

  • abbassamento della palpebra e dell’angolo della bocca
  • difficoltà nelle espressioni facciali
  • difficoltà a mangiare e a bere
  • difficoltà a sorridere
  • difficoltà a chiudere l’occhio
  • vertigini
  • mal di testa
  • stordimento
  • dolore dietro l’orecchio
  • cambio del senso del gusto
  • salivazione eccessiva

Non appena compaiono questi sintomi, è bene recarsi all’ospedale più vicino. Nei casi più gravi, possono comparire complicazioni come l’ulcera corneale e dei danni al nervo facciale.

La terapia

Non appena si presentano alcuni dei sintomi presenti sopra, vai immediatamente all’ospedale. In ospedale il medico ti sottoporrà ad alcuni esami per verificare che non ci siano altre patologie e malattie in corso, come tumori, la malattia di Lyme, ecc. Il paziente viene sottoposto a un esame, ovvero l’EMG, l’elettromiografia, che permette di capire la paralisi dei movimenti facciali e le possibili cause.

I farmaci

Una volta diagnosticata la paralisi, ci sono una serie di farmaci che possono aiutarti. Tra i farmaci, vi sono i seguenti:

  • i corticosteroidi: riducono l’infiammazione e il gonfiore
  • I farmaci antivirali: utili per combattere le infezioni da herpes
  • si possono usare anche analgesici, come aspirina, acetaminofene e ibuprofene.
Contents.media
Ultima ora