×

Spagna, a Ibiza arrivano i detective anti-movida per contrastare l’organizzazione di Party illegali

Nella nota località turistica spagnola di Ibiza sono in arrivo i detective anti-movida che contrasteranno l'organizzazione di party illegali.

Spagna detective anti-movida

“Se non puoi batterli unisciti a loro”, la possiamo riassumere così, attraverso questo detto, la decisione delle autorità iberiche che hanno conferito l’incarico a degli investigatori privati che si infiltreranno tra i turisti al fine di monitorare che non vengano organizzati dei party clandestini.

L’obiettivo dunque è quello di prevenire che si vengano a creare delle situazioni di assembramento non consentite dalla legge, contrastando però il problema dall’interno, in pieno stile “Mata-hari” o “James Bond”. A dare la conferma di tale notizia il vicepresidente Mariano Juan Colomar che ha fatto sapere di aver contattato una società esterna per l’intervento degli investigatori.

Spagna detective anti-movida, Colomar: “Le feste illegali comportano un rischio per la salute pubblica”

A fornire un “identikit” dei turisti che si nasconderanno tra la folla, il vicepresidente Mariano Juan Colomar che ha dichiarato: “Le feste illegali non sono soltanto un problema di ordine pubblico […] ma comportano anche rischi per la salute pubblica perché a parteciparvi non ci sono soltanto turisti, ma anche residenti e lavoratori stagionali!”. Sul piano dei contagi la situazione rimane critica. Solo negli ultimi 14 giorni sono stati rilevati 916 casi ogni 100 mila abitanti.

Spagna detective anti-movida, Colomar: “Salvaguardare la situazione sanitaria”

Mariano Juan Colomar nel corso di una intervista rilasciata al Periodico Ibiza ha dato ulteriori informazioni sulle feste in questione aggiungendo che si tratta di party nei quali “non sono stati individuati solo turisti, ma ci sono anche residenti e lavoratori stagionali che poi si mescolano al resto della popolazione e possono creare problemi se ci sono stati contagi. Quindi è d’obbligo averlo quest’estate”, ha spiegato.

Spagna detective anti-movida, impennata di contagi a Madrid

Nel frattempo nella capitale spagnola di Madrid è stata rilevata un’impennata della curva dei contagi che ha subito un incremento dell’82% con ben il 90% di nuovi casi. La notizia arriva dall’assessore alla sanità Enrique Ruiz Escudero che – riporta la testata Open – ha fatto sapere tra le altre cose che la variante Delta è diventata ormai prevalente sull’isola. Dalla situazione dei contagi è inoltre emerso che l’80% dei nuovi pazienti covid deve ancora ricevere il vaccino, mentre l’età media dei contagi è si aggira ormai sui 27 anni.

Contents.media
Ultima ora