×

Speranza: “Somministrate 65 milioni di dosi, con il vaccino italiani più liberi”

Roberto Speranza: Con vaccino e green pass italiani più liberi perché essi sono due strumenti essenziali con cui chiudere questa stagione così difficile”

Roberto Speranza

Roberto Speranza di governo e di partito, e alla Festa Nazionale di Articolo 1 a Bologna il ministro della Salute si fioca la matta linguistica della libertà e annuncia con orgoglio: “Sono state somministrate 65 milioni di dosi e con il vaccino gli italiani sono più liberi”.

Nello specifico Speranza ha detto: “Abbiamo superato 65 milioni di dosi somministrate, il 65% delle persone vaccinabili ha avuto una prima dose e il 55% ha completato il ciclo. Dobbiamo insistere. Credo che gli italiani abbiano ben chiaro che il vaccino sia l’arma essenziale per metterci alle spalle questi mesi così difficili”.

Speranza e i contagi in aumento: “Italiani più liberi con il vaccino, ma ci vuole cautela”

E poi: “Green pass e vaccini sono due strumenti essenziali con cui chiudere questa stagione così difficile provare ad aprirne un’altra e siamo più liberi se siamo vaccinati. Il mio appello a tutti gli italiani è di continuare a vaccinarsi”. La soddisfazione del ministro in merito ai risultati raggiunti finora dalla campagna vaccinale è palese, ma la prudenza per Speranza è mantra imprescindibile, perciò il ministro mette in guardia contro l’aumento dei contagi che si registra in tutti i Paesi europei e negli Stati Uniti.

La causa? “L’insidiosa variante Delta, molto veloce nel diffondersi. Oggi più che mai dobbiamo rispettare i comportamenti corretti che abbiamo imparato in questi mesi così difficili: l’utilizzo della mascherina, il distanziamento e soprattutto insistere il vaccino”.

Roberto Speranza alla festa di Articolo 1: “Con vaccino e green pass italiani più liberi”

L’accelerazione di questi giorni è forte “dopo che il governo ha annunciato l’estensione dell’utilizzo del green pass.

Uno strumento che ci consente di rendere più sicuri i luoghi della socializzazione, i posti dove incontreremo i nostri amici le nostre famiglie”. Da qui l’appello: “Continuare a vaccinarsi perché il vaccino è davvero l’arma più importante che abbiamo se vogliamo aprire una stagione diversa”. E c’è spazio anche per digressioni etiche che il praticissimo Speranza si concede “a casa sua”, dove il tema della libertà non lo puoi mettere in secondo piano: “Credo che i vaccini da un lato e il green pass dall’altro siano un grande strumento di libertà: non bisogna avere paura”.

Speranza: “Scaricati 49 milioni di green pass, con quelli e con il vaccino gli italiani sono più liberi”

E ancora: “Lo abbiamo imparato in questi giorni. Vaccinarsi è il modo più efficace per proteggere se stessi e gli altri. Anche i numeri del green pass sono numeri stratosferici. Attorno al green pass c’è la più grande operazione di digitalizzazione della storia: siamo a 49 milioni di green pass scaricati”. Speranza ha poi invitato le forze sociali a proseguire nella coesione, lo ha fatto affrontando lo spinoso tema del vaccino sui luoghi di lavoro: “Spero che anche nei prossimi giorni le rappresentanze dei lavoratori e dei datori di lavoro potranno ancora sedersi a un tavolo e trovare le soluzioni migliori”. E sulle manifestazioni di no vax e no pass? “A me non sono piaciute, pur nel rispetto delle opinioni. La cosa che non va è alzare la bandiera della libertà: è vero il contrario, il vaccino è la più clamorosa e più grande arma di libertà che abbiamo”.

Contents.media
Ultima ora