×

Spinelli scappa in auto dall’Ucraina in guerra: “Non so cosa troverà al confine, il problema è scappare”

L’attaccante argentino Claudio Spinelli sta tentando di scappare dall’Ucraina in guerra: il racconto disperato del padre del calciatore.

Claudio Spinelli

In Ucraina, tra i tanti calciatori presenti nel Paese, c’è anche l’attaccante argentino con un passato in Italia, Claudio Spinelli. Lo sportivo ha tentato di lasciare la Nazione e sfuggire alla guerra poco dopo la decisione di Putin di ordinare l’assalto.

Spinelli scappa in auto dall’Ucraina in guerra: il racconto disperato del padre

Tra i tanti calciatori che si trovano in Ucraina, c’è anche Claudio Spinelli, attaccante argentino che ha cercato di fuggire dal Paese in piena notte, dopo essere stato avvisato dalla sua famiglia della decisione della Russia di invadere la Nazione.

La fuga dall’Ucraina del giocatore, mentre il bombardamento russo del Paese si faceva sempre più incalzante, è stata raccontata dal padre dell’attaccante che, in Italia, ha indossato la maglia del Genoa e del Crotone.

Il padre di Claudio Spinelli, infatti, ha raccontato: “Parlo con lui dalle due del mattino. La situazione è disperata. Fino a ieri era amareggiato perché il campionato era stato sospeso ma nessuno ha pensato a questo pazzo di Putin che ha deciso di attaccare il Paese“.

Come riferisce il padre, il giocatore si è dovuto svegliare nel cuore della notte per provare a mettersi in salvo e rifugiarsi in Polonia: “Sta scappando, ha preso le sue poche cose dall’appartamento in cui vive e sta cercando di scappare.

Sta per partire per la Polonia. Questo è un incubo”.

“Non so cosa troverà al confine, il problema è scappare”

Al momento, Spinelli gioca in Ucraina con il club Oleksandria che si trova in una città situata a circa 300 chilometri a sud di Kiev.

In merito alla decisione di trovare riparo in Polonia, il padre dell’attaccante argentino ha spiegato: “L’idea è di andare al confine con la Polonia, quello più vicino, per cercare di uscire dal Paese.

È una situazione esasperante, divento matto. Stiamo cercando di parlare con l’ambasciata argentina. Lui è con alcuni colleghi, ha deciso di lasciare l’Ucraina in macchina perché il club non ha più strumenti da offrire loro”.

Dopo aver raggiunto la Polonia, il calciatore vorrebbe salire a bordo di un aereo e lasciare lo Stato. A questo proposito, il padre di Claudio Spinelli ha osservato: “Immagino che sarà una situazione difficile alla frontiera. Hanno viaggiato un’ora e il traffico era già in tilt. Abbiamo parlato su WhatsApp. Non so cosa troverà al confine, il problema è scappare – e ha aggiunto –. Quando lo abbiamo chiamato stavano tutti dormendo perché lì non era ancora successo niente, ma gli abbiamo detto di prendere tutto e andarsene. Non sappiamo come andrà avanti o quali sono le zone bombardate. Ho bisogno di qualcuno del Governo, non so se l’ambasciata o il consolato argentino, affinché ci contattino per cercare di dare una mano a mio figlio”.

Contents.media
Ultima ora