×

Strage al campeggio, padre, madre e figlia di 6 anni uccisi nella tenda

Orrore assoluto negli Usa e strage al campeggio, padre, madre e figlia di 6 anni uccisi nella tenda: si è salvato solo il primogenito di 9 anni

La famiglia massacrata: gli Smidth

Strage in un campeggio degli Usa con padre, madre e figlia di 6 anni uccisi nella tenda: secondo quanto ricostruito dalla polizia lo scorso 22 luglio la famiglia Schmidt è stata massacrata in Iowa da un 23enne che condivideva con essa la stessa area di vacanza nel Maquoketa Caves State Park, ma sui cui moventi è buio fitto, visto che il giovane si è suicidato dopo aver compiuto la strage. 

Padre, madre e figlia uccisi nella tenda

A salvarsi solo il primogenito della famiglia. In queste ore sono stati resi noti i risultati delle autopsie sui corpi delle vittime. Il 42enne Tyler Schmidt è morto per una ferita da arma da fuoco e “lesioni multiple da corpo affilato”. Sua moglie, la coetanea Sarah Schmidt, è morta per ferite multiple da arma da fuoco. Le risultanze sono state rese note dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza dell’Iowa in un comunicato stampa.

La secondogenita della coppia, di soli 6 anni, Lula Schmidt, è morta per una ferita da arma da fuoco e per strangolamento. Il primogenito era con la famiglia in campeggio ma fortunatamente è sopravvissuto all’attacco. 

Chi è il killer che poi si è ucciso

Non  è chiaro se il ragazzino si sia salvato perché non era in tenda al momento del massacro o se ad un certo punto il massacratore abbia receduto dai suoi propositi omicidi.

Il killer era Anthony Sherwin, 23 anni, di LaVista, Nebraska, a sua volta morto per una ferita da arma da fuoco autoinflitta. E il movente di tanta cieca violenza? Sconosciuto, anche se la polizia sta indagando ed ha interrogato gli altri ospiti del campeggio dell’orrore. 

Contents.media
Ultima ora