Studente accoltellato al viso tra i banchi di scuola
Cronaca

Studente accoltellato al viso tra i banchi di scuola

studente accoltellato

In una scuola in zona Teramo, un ragazzo è stato ferito al viso. lo studente acoltellato avrebbe fatto uno sgambetto a un compagno

Un ragazzo di 17 anni è stato ferito al volto con un coltello a serramanico. Lo studente accoltellato avrebbe fatto uno sgambetto al suo aggressore, 18enne e compagno di scuola, il quale si sarebbe così vendicato. Il fatto ha avuto luogo in una scuola di Giulianova, in provincia di Teramo, non molto tempo dopo l’ingresso degli studenti. L’aggressore è stato denunciato per lesioni e porto abusivo di coltello del genere proibito.

Studente accoltellato Giulianova

Il fattaccio accaduto all’Itis di Giulianova (Teramo) è a dir poco sconcertante. All’età di 17-18 anni si dovrebbe già aver sviluppato una certa maturità che non faccia nemmeno concepire certe cose. E invece capita che, per vendetta, uno studente di 18 anni estragga un coltello a serramanico e ferisca al volto un 17enne, anche lui frequentatore dell’Itis di Giulianova. La vittima è un ragazzo di origini marocchine, ma che risiede nel posto da anni. Ha riportato una profonda ferita sulla guancia sinistra e la rottura di un molare.

Il giovane è stato portato all’ospedale locale, dove potrebbe essere addirittura operato. Lo studente accoltellato avrebbe fatto uno sgambetto al suo aggressore, poco dopo l’entrata nell’istituto. Il ragazzo di 18 anni è stato denunciato subito, ed immediato è stato l’intervento dei carabinieri. L’aggressore adesso deve rispondere di lesioni e porto abusivo di coltello di genere proibito.

studente accoltellato

Studenti e accoltellamenti

Purtroppo, l’accoltellamento tra giovanissimi non è un caso esclusivo. A gennaio 2017, a Milano, uno studente di 16 anni era stato ferito al torace. Per fortuna, la ferita è guarita nel giro di una ventina di giorni. L’aggressore, 17enne di origine egiziana, era stato denunciato per lesioni dagli agenti della squadra mobile impegnati nelle indagini.
Grazie al prezioso supporto dei colleghi del commissariato Bonola, gli agenti hanno potuto individuare l’aggressore dello studente accoltellato. Stando aquanto ricostruito dagli investigatori, i due giovani avevano litigato già circa una settimana prima davanti al McDonald’s di piazzale Lotto. Qui, ognuno racconta la sua versione, che non coincide con l’altra, e che sporca anche l’immagine della vittima. La vittima afferma di aver affrontato il giovane egiziano poiché un mese prima gli avrebbe rubato alcuni grammi di hashish. L’aggressore non conferma questo episodio ma aggiunge di essere stato picchiato in occasione dell’incontro davanti al McDonald’s.

Proprio per vendicarsi si sarebbe presentato davanti all’istituto frequentato dal 17enne, e lo ha colpito con un piccolo coltello nel corso di una colluttazione.

A Napoli, il primo febbraio uno studente era arrivato addirittura ad accoltellare la propria insegnante di italiano. La docente aveva messo una nota al ragazzo dopo che questi si era rifiutato di farsi interrogare da lei. Il Gip, presso il tribunale dei Minori di Napoli, ha convalidato l’arresto per lesioni aggravate, disponendone la traduzione in carcere dal centro di prima accoglienza dove si trovava. Il ragazzo che ha accoltellato la propria insegnante si trovava presso il Centro di prima accoglienza per minori dei Colli Aminei a Napoli.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche