×

“Tè Con Il Diavolo”, Jacqueline Miu

default featured image 3 1200x900 768x576

imagesCATMMWPENoma è una pianista orfana che ha lottato tutta la vita per diventare famosa.

Un’intera esistenza fatta di studio, passione e sacrifici. Una vita di lavoro, un sogno in procinto di realizzarsi, eppure così vicino al punto di frantumarsi per una malattia che le colpisce le mani.
Noma è straziata dal dolore e un’amica le suggerisce di passare qualche giorno in un hotel, per rilassarsi un po’ e lasciarsi alle spalle i frequenti litigi con il fidanzato.

Inizia così il romanzo Tè con il Diavolo, di Jacqueline Miu, edito MJM.

Perché quello che la giovane Norma scoprirà all’interno dell’hotel, la lascerà letteralmente senza fiato.
L’Hotel Des Poets si presenta come un luogo ospitale; ma ciò che si nasconde sotto quella facciata, va ben oltre il male cui tutti sono abituati.

Noma scoprirà ben presto che l’inferno, quello vero, non è un pozzo profondo fatto di fiamme, calore e agonia, ma un luogo molto più astratto e molto più vicino di quanto avrebbe mai potuto immaginare.

L’Hotel Des Poets nasconde un temibile segreto, un mistero così dannatamente atroce, che Noma non è nemmeno più tanto ansiosa di svelare.

Un viaggio apparentemente senza fine nelle più profonde viscere dell’inferno, per scoprire il vero volto della paura; un libro che porta il lettore a un faccia a faccia con le sue paure più recondite ed ancestrali. Un romanzo tenebroso e inquietante.

Jacqueline Miu, nata nel 1967, pittrice e poi scrittrice, ha esordito con una piccola raccolta di poesie e d’aforismi intitolata La vita è una grossa frittella.

La sua peosia è stata definita come “una danza di colori accesi, uno sciabolare di fiamme nella notte, un canto che uncina la speranza“.
Recentemente, con la pubblicazione degli utlimi romanzi tra cui Ac Entity, Miu ha fatto valere le sue doti anche come scrittrice di thriller e romanzi d’avventura, oltre che come poeta.

[amazon-product]8896696607[/amazon-product]

Contents.media
Ultima ora