×

Terrorismo/Ecatombe in Norvegia: 7 morti nel centro di Oslo, 20 sull’isola di Utoya

default featured image 3 1200x900 768x576
ImageSquare 1406031

http://www.youtube.com/watch?v=ePDe-PejXPI
Attentato a Oslo (Norvegia) – Prime immagini (22/07/2011) (Fonte internet)

Immagini scioccanti che riportano alla mente la New York di dieci anni fa, o la Madrid del 2005.
Una bomba potentissima esplode in pieno pomeriggio ad Oslo, presso i locali del giornale Vg, a due passi dagli uffici del Primo Ministro Jens Stoltenberg.
Sette i morti, secondo le stime della polizia, che vanno ad aggiungersi ai venti di Utoya, isola nella quale oggi si erano radunati i giovani laburisti, dove un killer travestito da poliziotto ha aperto il fuoco sui ragazzi.

Quasi cento i feriti, tra sparatoria e ordigno.

Pista islamica

Alcune indiscrezioni degli inquirenti nei primi momenti post attacco, avevano fatto credere ad un piano di Al Quaeda, ipotesi suffragata dalla rivendicazione di una sedicente sigla islamica, i ”Sostenitori della Jihad globale”; il Primo Ministro, riparato in località sicura, è intervenuto alla TV comunicando che ancora non ci sono certezze circa la matrice degli attentati, non escludendo tuttavia la pista musulmana.

Nel frattempo sospeso il trattato Schengen e più controlli alle frontiere, con la polizia al momento convinta che Utoya e Oslo siano stragi collegate.

Reazioni internazionali
“Vile attentato”, queste le parole del Presidente della Repubblica Napolitano alla notizia dei tragici eventi. Silvio Berlusconi esprime vicinanza alla Norvegia; intervento di Obama a TV2, appena dopo le parole di Stoltenberg. Ferma la condanna della NATO.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora