Manchester City - Napoli, tifosi partenopei a casa per voli annullati
Manchester City – Napoli, tifosi partenopei a casa per voli annullati
Calcio

Manchester City – Napoli, tifosi partenopei a casa per voli annullati

Tifosi
La nebbia ha circondato Napoli, costringendo diversi voli a restare a terra. Disagi tra i passeggeri, tra cui 70 tifosi pronti per la partita di stasera.

La nebbia ha circondato Napoli, costringendo diversi voli a restare a terra. Disagi tra i passeggeri, tra cui 70 tifosi pronti per la partita di stasera.

Si sa, il tempo la fa da padrone. Sempre. Non solo però il tempo in senso cronologico. In questo specifico caso è il tempo atmosferico a farla da padrona, anzi da tiranno. E se le conseguenze non sono fortunatamente disastrose come in altre parti del mondo, possono comunque provocare disagi alle persone. Particolarmente per le persone che debbono imbarcarsi per un viaggio. Ancor più disagio se quelle persone, i fedelissimi tifosi, sono pronte ad attraversare mezza Europa per seguire la squadra del cuore. Il Match vedrà la squadra napoletana impegnata nella partita di ritorno contro gli avversari inglesi.

Napoli nella nebbia

Siamo a Napoli, dove lo splendido sole sulla città partenopea, incorniciata in una perenne estate, ha lasciato spazio a un manto spesso e soffocante di nebbia: una coltre così fitta da coprire il Vesuvio e ridurre al minimo la visibilità. Un’atmosfera certamente più confacente alla stagione autunnale, che sembra apparire così improvvisamente da lasciare tutti sbigottiti e senza parole.

Le condizioni atmosferiche insolite (mai in effetti si è sentito parlare di nebbia a Napoli) hanno avuto il loro indesiderato effetti sui trasporti aerei.

Uno scenario da “bassa Padania” qualcuno ha commentato scherzosamente sui social media.

Voli rinviati

All’aeroporto di Capodichino al momento sono 14 i voli rinviati in attesa di un miglioramento atmosferico. Uno proveniente da Praga è stato cancellato, e altri due provenienti dall’estero sono stati dirottati su altri aeroporti.

Alcuni aerei (direzione Monaco di Baviera), verso le 10 del mattino sono riusciti invece a decollare durante quella che sembrava essere una schiarita. Allo stato attuale i voli totali lasciati a terra, in partenza dall’aeroporto partenopeo, sono 3. Tra di loro c’è il volo delle 6,30 della Ryanair per Venezia, differito alle 14 di oggi.

Il disagio dei tifosi partenopei

Parecchi i disagi tra i passeggeri di questo specifico volo. Ancor più forte il disagio per i 70 tifosi della squadra del Napoli, squadra allenata da Sarri, che attendevano la partenza dell’aereo che li avrebbe portati allo scalo della città lagunare, dove, presa una coincidenza, sarebbero volati su fino a Manchester a godersi quella che promette essere una partita entusiasmante.

Purtroppo le cause atmosferiche che hanno portato le autorità aeroportuali a dover cancellare il volo previsto.

Così facendo i tifosi hanno perso la coincidenza nella città veneta per volare in Inghilterra. Non poche le proteste dei tifosi e i momenti di tensione e nervosismo, fortunatamente non sfociati in nessun grave episodio di disordine pubblico. Le autorità dell’aeroporto di Capodichino hanno offerto ai passeggeri e ai tifosi un piano alternativo per raggiungere l’amata squadra del cuore, impegnata stasera nel match della Champions League.

Il piano alternativo prevede uno scalo nell’aeroporto di Roma. Da lì poi raggiungeranno il Napoli per sostenerlo durante il match contro il Manchester City.

Ryanair: le spiegazioni

In merito ad alcuni disguidi registrati nella giornata di ieri presso l’aeroporto di Capodichino, noi di Notizie.it riportiamo la mail di Ryanair con le spiegazioni precise in merito ai disagi procurati a Napoli: “Questi voli Ryanair da Napoli a Milano Bergamo, Venezia ed East Midlands del 17 ottobre hanno subito un ritardo prima della partenza a causa della fitta nebbia a Napoli.

I passeggeri hanno ricevuto buoni ristoro prima della partenza dei voli. Ryanair si scusa con tutti i clienti coinvolti dai ritardi causati dalle avverse condizioni meteorologiche, completamente al di fuori del nostro controllo“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche