×

Ucraina-Russia, USA: “Sembra che Mosca voglia invadere”. Farnesina: “Italiani lascino Kiev”

L'intelligence USA ritiene che la Russia stia per invadere l'Ucraina: l'ambasciata italiana invita i nostri connazionali ad allontanarsi da Kiev.

Crisi Ucraina: l'Occidente e la Nato non credono al ritiro russo

Mentre si tenta la strada della diplomazia, con Macron che ha proposto un vertice tra Putin e Biden, secondo l’intelligence USA Mosca si starebbe preparando all’invasione dell’Ucraina. La portavoce del presidente americano Jen Psaki ha infatti dichiarato che il suo paese “é pronto ad imporre conseguenze rapide e gravi se la Russia dovesse scegliere la guerra e, attualmente, sembra che stia continuando i preparativi per un assalto su vasta scala molto presto“.

Farnesina: “Italiani via da Kiev”

Nicola Minasi, direttore dell’Unità di crisi alla Farnesina, ha ribadito che il messaggio per tutti gli italiani in Ucraina è, già da una settimana, quello di lasciare il paese con tutti i mezzi commerciali disponibili. Intanto il consiglio dell’ambasciata italiana a Kiev è che i connazionali che restano facciano scorta di acqua e di cibo.

Queste inoltre le parole del ministro degli Esteri Di Maio dopo il Consiglio affari esteri a Bruxelles: “La situazione delle ultime ore ci preoccupa molto, l’Italia è in massima allerta per affrontare gli eventi con la massima preparazione“.

Dopo aver affermato di non escludere altre azioni dell’Unione europea per favorire la soluzione diplomatica, ha confermato che l’ambasciata italiana sta effettuando diverse prove evacuazione del personale e sta chiedendo a tutti gli italiani in Ucraina di lasciare il paese. Resterà comunque aperta e pianamente operativa, “perché vogliamo dare un segnale di vicinanza al popolo ucraino e crediamo nella diplomazia“.

USA: “Mosca si prepara all’invasione”

Secondo la stampa statunitense, l’intelligence a stelle e strisce avrebbe appreso dell’ordine dato alle truppe russe di procedere con l’invasione dell’Ucraina e avrebbe osservato i primi passi per eseguirlo.

Il Cremlino avrebbe infatti sviluppato vari scenari di guerra che potrebbe però sospendere in caso si riesca a trovare una soluzione diplomatica. La stima è che oltre 150 mila soldati russi siano dispiegati in Ucraina e che consistenti forze navali si trovano al largo della costa del Mar Nero.

Inoltre i 30 mila soldati russi stanziati in Bielorussia non sarebbero tornati, come previsto, dopo esercitazioni militari di sabato: data la ripresa dei combattimenti nella regione del Donbass, ad est dell’Ucraina, resteranno infatti ancora sul territorio costituendo un’ulteriore minaccia per quest’ultima.

Le immagini satellitari hanno inoltre mostrato che sempre più unità combattenti russe avanzano dall’area di sosta fino a pochi chilometri dal confine ucraino, nascondendosi in molti casi nelle foreste. “Tutto ciò che stiamo vedendo suggerisce che la situazione è gravissima, che siamo sull’orlo di un’invasione“, ha commentato il segretario di Stato americano Anthony Blinken.

Putin convoca Consiglio di Sicurezza

Intanto il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov ha reso noto che il presidente Putin convocherà una riunione del Consiglio di sicurezza della Russia. Inoltre è previsto che oggi lo stesso abbia una serie di colloqui telefonici internazionali.

Contents.media
Ultima ora