Ultime notizie Catania: sequestrati dalla polizia beni per 1,5 milioni
Ultime notizie Catania: sequestrati dalla polizia beni per 1,5 milioni
Cronaca

Ultime notizie Catania: sequestrati dalla polizia beni per 1,5 milioni

Ultime notizie Catania
Ultime notizie Catania: è di poche ore la notizia di un maxi-sequestro del valore di 1,5 milioni, appartenenti a un presunto membro del clan cappello.

Ultime notizie Catania: è di poche ore la notizia di un maxi-sequestro del valore di 1,5 milioni, appartenenti a un presunto membro del clan cappello.

Ultime notizie Catania. Nella mattinata di oggi gli uomini della Polizia di Stato di Catania hanno eseguito un procedimento di sequestro di beni. Il procedimento è stato eseguito nei confronti di un presunto membro del clan Cappello. Gli inquirenti hanno ritenuto l’uomo essere un membro di spicco della famiglia mafiosa. Il sequestro è stato avvallato dal Questore di Catania e accolto dal Tribunale di Catania. L’operazione è scattata nelle prime ore del mattino.

Ultime notizie Catania

Il sequestro, portato avanti anche con l’aiuto degli uomini della squadra dell’anticrimine, ha investito i beni dell’uomo, per un valore di 1,5 milioni di euro. I beni sequestrati dell’uomo hanno riguardato una serie di mezzi di trasporto. Oltre a questi, anche un gran numero di appartamenti cittadini riccamente arredati sono stati sequestrati. Il procedimento ha interessato anche l’azienda di trasporti presso il quale l’uomo risultava titolare.
A detta degli investigatori della Polizia, pare che l’uomo sia un membro di spicco del clan Cappello, autore di numerose e gravi imprese delittuose.

Il clan è già da tempo nel mirino delle autorità giudiziarie per via di una serie di casi che hanno portato al sequestro di altre aziende siciliane.

Le operazioni hanno anche portato all’arresto di elementi di spicco del clan. Lo scorso Settembre alcuni affiliati esterni al clan sono stati arrestati (l’imprenditore siracusano Giuseppe Guglielmino), e sono stati posti sotto sequestro beni per il valore di 12 milioni.

Nella bufera finirono anche alcune aziende, tra cui quella di Gugliemino, che operavano nel settore dello smaltimento rifiuti e dell’ambiente. Aziende quali la Geo Ambient Srl, la Consulting Business, la Clean up Srl, la Eco Logistica Srl, la Eco Business, la Work Uniform Srl. Tali aziende vennero poste sotto sequestro in seguito alle indagini della polizia che portarono alla operazione Penelope. Il sequestro video la collaborazione dei nuclei di polizia di Siracusa e di Catania. A finire sotto sequestro ci fu anche un grosso quantitativo di auto di lusso e di appartamenti e caseggiati sparsi nella provincia catanese.

I particolari

I particolari dell’operazione che hanno portato al sequestro di beni verranno rilasciati in conferenza stampa alle 10,30 di stamani, presso la Questura centrale di Catania, sita in piazza Santa Nicolella n. 8. La partecipazione all’operazione ha coinvolto il Questore di Catania, il dottore Giuseppe Gualtieri, i membri della Squadra mobile di Catania, condotti dal dottore Antonio Salvago. Hanno inoltre partecipato i membri della Divisione Anticrimine (DIA), comandati dal vice Questore, il dottore Salvatore Bucedi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Tapis Roulant-Star 1000 Rigenerato
229 €
489 € -53 %
Compra ora
GUNA Rimedio di soccorso 10ml
8.79 €
Compra ora