×

Uomo di 55 anni incinto: “Sono ermafrodita” Il parere dei medici

Condividi su Facebook

Un uomo di 55 anni si dichiara ermafrodita e afferma di essere al quarto mese di gravidanza, grazie all'autofecondazione. Il parere dei medici.

L’uomo incinto

Si è sempre detto che gli uomini non capiranno mai le difficoltà delle donne perché non potranno mai essere incinti. C’è un uomo che forse deve aver preso troppo a cuore questa affermazione. Come riportato da La Nuova Provincia di Biella, Corrado R. è un uomo di 55 anni, ha tre figli e ce n’è un quarto in arrivo. Ma non è sua moglie a essere incinta: lui stesso sta portando avanti la gravidanza. Dice di essere ermafrodita e quindi di essersi autofecondato. Non è il primo ermafrodita sulla faccia della Terra, ma sembra essere il primo caso in cui ci sia stata autofecondazione e che, tra l’altro, sia un uomo a essere gravido. Ma lui è convintissimo di quello che dice e anche della gravidanza: dice di essere al quarto mese e che, se tutto va bene, a dicembre darà alla luce il bambino.

I medici

Il medico di famiglia dell’uomo ermafrodita ha controfirmato i documenti dell’Asl che ha controllato l’uomo e ha confermato lui stesso la diagnosi.

Come viene riportato da La Stampa, il medico di famiglia conferma che l’uomo sia davvero ermafrodita e che sia davvero alla decima settimana di gravidanza. Pare gli sia anche spuntato il seno per il futuro allattamento. Ma un altro medico ha provato a esprimere il suo parere. Roberto Jura, ex primario di Ostetricia al nosocomio di Biella, non ha potuto visitare personalmente l’uomo incinto e quindi non può sbilanciarsi in affermazioni certe. Ma, parlando secondo la sua esperienza, trova alquanto impossibile che un uomo ermafrodita possa autofencondarsi e, inoltre, portare avanti una gravidanza senza nessun problema o senza conseguenze dannose. Il suggerimento del dottor Jura è di effettuare una laparoscopia sull’uomo per verificare se davvero quanto afferma sia vero.

Una bufala?

La grande quantità di informazioni fornita da internet ha fatto aumentare il fenomeno di fake news. Se una volta una notizia falsa difficilmente veniva pubblicata sulle grandi testate, ora è più facile che molti controlli e verifiche vengano elusi e che ogni sorta di notizia venga pubblicata ovunque.

La storia dell’uomo incinto, ermafrodita che si è autofecondato, circola in rete già da qualche giorno e il fatto che abbia resistito tanto tempo le conferisce autorevolezza. Ma per verificare se sia vera o se l’uomo non stia mentendo ce ne vuole. L’ermafroditismo non è un fenomeno sconosciuto agli scienziati, ma un caso del genere non si era mai presentato fin’ora e per questo sorgono molti dubbi. Potrebbe essere solo un’enorme bufala inventata da un uomo che, chissà per quale motivo, cerca di attirare l’attenzione. O, peggio ancora, potrebbe essere una notizia inventata da utenti del web che volevano divertirsi a leggere un po’ di reazioni scandalizzate. Quel che è certo è che si tratta di qualcosa che cattura immediatamente l’attenzione e perciò, se sarà vera, se ne parlerà sinceramente anche dopo l’ipotetico parto.

(Molte e diverse, invece, le storie delle donne incinte: “Ragazza-madre decide di non abortire: la commovente testimonianza“)


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.