×

Vaccino, Figliuolo: “Entro metà luglio 60% degli italiani sarà vaccinato”

Entro metà luglio il 60 % degli italiani dovrebbe aver raggiunto la prima o la seconda dose di vaccino. Lo ha annunciato il commissario Figliuolo.

Figliuolo 60% italiani vaccinati

“Entro la metà di luglio il 60% degli italiani dovrebbe aver avuto la prima e la seconda dose”, a dirlo il commissario all’emergenza straordinario per il covid il generale Francesco Figliuolo che durante la registrazione della puntata di “Porta a Porta” ha messo in evidenza cosa dovremo aspettarci dall’estate 2021, pur precisando che sarà ancora necessario indossare la mascherina e naturalmente mantenere il corretto distanziamento interpersonale.

“Credo che in questo modo – ha aggiunto – si passerà un’estate abbastanza tranquilla, fermo restando che servirà ancora utilizzare la mascherina, rispettare il distanziamento e l’igiene”, le parole del Generale Figliuolo.

Figliuolo 60% italiani vaccinati entro metà luglio: obiettivo 500 mila vaccini al giorno

Nel corso del suo intervento il commissario all’emergenza covid ha spiegato che l’obiettivo da perseguire è quello di somministrare 500 mila vaccini al giorno, un obiettivo al quale ci stiamo gradualmente avvicinando toccando quota 358 mila vaccini.

In una nota ha poi annunciato un nuovo arrivo di 2,5 milioni di dosi di vaccino che arriveranno nell’hub nazionale della difesa situato presso l’aeroporto militare di Pratica di mare aggiungendo inoltre che “si tratta, in particolare, di tre lotti distinti: oltre 2 milioni di Vaxzevria (AstraZeneca), più di 270 mila di Moderna e circa 160 mila di Janssen (Johnson&Johnson), che verranno ripartiti e poi distribuiti nei prossimi giorni a Regioni e Province autonome”.

Figliuolo 60% italiani vaccinati: le vaccinazioni effettuate

Durante l’intervento il commissario all’emergenza covid, ha dato un altro importante annuncio. Quando gli over 65 saranno ritenuti essere al sicuro, si potrà cominciare a superare il concetto delle classi di età: “Avremo la possibilità di andare in maniera parallela e multipla e vaccinare le classi in età lavorativa in modo da ridare sicurezza anche dal punto di vista economico”, ha puntualizzato il Figliuolo spiegando inoltre che tra le categorie sotto esame si potrebbe pensare di vaccinare il personale del settore turistico.

Figliuolo 60% italiani vaccinati: possibilità di viaggiare con certificato vaccinale

Infine il commissario all’emergenza covid Figliuolo ha annunciato che con il certificato di avvenuta vaccinazione potrebbe essere possibile spostarsi liberamente in tutta Italia. “Il decreto del 22 aprile prevede il certificato vaccinale rilasciato dalle regioni e con codice di valenza nazionale. Un certificato sia a chi ha fatto le due dosi, o monodose nel caso di Johnson e sia per chi è guarito dalla malattia e poi c’è un certificato che dura 48 ore per chi fa il tampone. Con questo certificato sarà data la possibilità ai cittadini di muoversi liberamente in tutta Italia. Quello europeo, il digital green pass, arriverà a giugno. Ma stiamo già lavorando per un certificato nostro che permetterà di muoversi in tutta Europa”, ha spiegato.

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Valentina Mericio

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora