Aperta voragine di circa 6 metri a Roma: auto in bilico
Aperta voragine di circa 6 metri a Roma: auto in bilico
Roma

Aperta voragine di circa 6 metri a Roma: auto in bilico

Si è letteralmente aperta una voragine alle ore 15.00 di oggi e le autovetture sono rimaste in bilico: intervenuti i vigili del fuoco

Emergenza buche a Roma: la situazione sembra precipitare. Infatti, alle ore 15 di giovedì 22 marzo, si è letteralmente aperta una voragine in una strada, a ridosso di alcune case, e vi sono state un paio di autovetture rimaste in bilico (sic!), una Fiat Panda e un’Alfa Romeo. L’opera di recupero procede senza sosta anche grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco. Sul posto è intervenuta pure una Squadra VVF, composta dal personale SAF (Speleo Alpino Fluviale) ed il Funzionario di Servizio VVF.

Dov’è avvenuto

L’episodio è avvenuto nella Circonvallazione Appia all’altezza del numero civico 97. La voragine su cui sono rimaste in bilico le auto, è larga 3 metri per cinque e profonda sei – è davvero spaventosa – e i lavori per la messa in sicurezza sono ancora in corso. Sul posto è giunta anche l’autorità competente, per verificare la situazione.

La protesta

Diversi cittadini romani hanno indetto una protesta contro le buche per le strade della Capitale: in 850 hanno chiesto il risarcimento danni da parte del Comune attraverso i moduli Codacons.

Gli automobilisti che hanno avuto “maggior fortuna”, hanno soltanto “forato” le gomme delle loro vetture; altri hanno dovuto sostituire il cerchione ed altri ancora sono addirittura rimasti feriti, finendo all’ospedale.

Le buche, presenti sia nel Centro che nella periferia di Roma, sono più pericolose in questo periodo a causa del maltempo, che solo ora dà alla città Eterna un po’ di tregua. L’accoglimento della richiesta al Comune per prendere provvedimenti, sta andando a rilento: si attendono con ansia i bandi per il controverso piano Marshall previsto per i fondi per riparare le buche, che dovrebbe arrivare dopo Pasqua, in base all’ultima scadenza fissata dal Campidoglio. La manutenzione straordinaria rimane un sogno.

I 850 romani che si sono mobilitati con il Condacons, lo stanno facendo dal 5 marzo scorso. Le loro richieste vanno dai 10, 15 euro di risarcimento per una gomma bucata, ai 70, 100 euro – in base al modello – in caso di necessità di sostituirla, a migliaia di euro se gli automobilisti sono rimasti feriti.

Ci sono però anche cittadini che hanno fatto causa al Comune autonomamente, per spingerlo a fare qualcosa e in fretta.

Tanto per spiegare la gravità della situazione: a Vitinia, IX Municipio, un autobus ha centrato una buca ed il vetro è andato in mille pezzi. Non mancano le proteste di piazza per spingere l’amministrazione capitolina a risolvere il rischioso problema.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*