4 luglio 1776: La Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti

Storia

4 luglio 1776: La Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti

Dopo mesi di schermaglie ed inutili trattative col governo di re Giorgio III, i capi politici delle tredici colonie britanniche che si affacciavano sull’Atlantico, facendosi carico della volontà popolare, decisero che era giunto il momento di non considerarsi più dei sudditi inglesi che difendevano i loro diritti davanti al re ma cittadini desiderosi di creare un governo tutto nuovo. Fu per questo motivo che la cosiddetta Commissione dei Cinque, composta da Thomas Jefferson, Benjamin Franklin, John Adams, Roger Sherman e Robert R. Livingston, redasse una dichiarazione di indipendenza, completata il 2 luglio. Due giorni dopo fu firmata dai Padri Fondatori, i 33 delegati del secondo congresso continentale, a Filadelfia, nella sala in seguito nota come Indipendence Hall. Quest’atto diede il via alla Rivoluzione Americana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche