Aborto terapeutico: Svizzera e altri paesi dove andare COMMENTA  

Aborto terapeutico: Svizzera e altri paesi dove andare COMMENTA  

Se in Italia si incontrano difficoltà nel praticare l’aborto terapeutico, non è così in altri paesi europei, come la Francia e la Svizzera.

In Italia non è legale abortire oltre la ventiduesima settimana, neppure quando si scopre che il feto è gravemente malformato. A ciò si aggiunge il fatto che molti medici e operatori sanitari nel nostro Paese sono obiettori di coscienza e si rifiutano di praticare l’aborto terapeutico. Per questi motivi tantissime donne sono costrette a recarsi all’estero per effettuare un intervento del genere. In Svizzera, ad esempio, si può interrompere la gravidanza entro la 20esima settimana, cioè quindici giorni prima che in Italia (nel caso in cui si scopra che il nascituro presenta una malformazione grave).

La diagnosi prenatale in Italia spesso arriva tardi, a causa dei ginecologi antiabortisti che non danno corrette informazioni tempestive alle pazienti. Meta preferita dalle donne italiane che intendono effettuare un aborto terapeutico è anche la Gran Bretagna, seguita subito dalla Francia. Altro Paese che pratica legalmente l’aborto terapeutico è l’Austria.


Naturalmente bisogna rivolgersi in ospedali e centri specializzati per ricevere l’assistenza sanitaria, ma anche un valido sostegno psicologico. Le donne che affrontano un aborto terapeutico vanno sostenute poiché è una prova molto difficile sia fisicamente che psicologicamente.

E’ importante che le donne si rivolgano ad ospedali e centri specializzati per effettuare un intervento che purtroppo, oltre ad essere impegnativo fisicamente, potrebbe lasciare cicatrici ben più profonde nel cuore.

Leggi anche

Salute

Quale acqua scegliere al supermercato

Acqua minerale in bottiglia reperibile sulle scaffalature del supermercato: ecco tutte le tipologie a seconda delle caratteristiche organolettiche, fisico-chimiche e microbiologica L’acqua è di vitale importanza per la salute umana Leggi tutto
Salute

Come curare le mani screpolate

Mani secche, screpolate e con setole: crema di cocoa butter, olio extra vergine d’oliva, olii di jojoba, di bamboo, burro di cocco e di karité: ecco come contrastare la disidratazione dell’epidermide Mani secche e screpolate? Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*