Adam Lambert critica “I miserabili” per aver “spacciato dei cantanti”

Attualità

Adam Lambert critica “I miserabili” per aver “spacciato dei cantanti”

L’adattamento sullo schermo de “I miserabili” è stato lodato dal pubblico e dai critici, ma il cantante Adam Lambert dice che il film “ha sofferto eccessivamente” dal fatto che “grandi attori sono stati spacciati come cantanti”.

Il vincitore di “American Idol” ha inviato una marea di tweets dopo aver visto il film. Lambert ha definito il film “impressionante dal punto di vista visivo” con “performances fantastiche ed emozionanti”, ma ha criticato il canto.

“L’industria dirà che ” questi attori sono stati così coraggiosi per cantare live”, ma perché non fare un cast per verificare se sono intonati”?, ha scritto Lambert. So che dovrei ignorare il vocalizzo e concentrarmi sull’emozione, ma il canto mi ha talmente distratto che mi ha spinto a dire ciò”.

Lui ha lodato il regista Tom Hooper per aver lasciato che gli attori si esibissero dal vivo piuttosto che su un nastro registrato, ha detto che Hooper avrebbe dovuto “addolcire le vocali” in studio.

Lambert ha elogiato le performances di Hathaway nei panni della prostituta Fantine e l’attore Aaron Tveit, che ha interpretato il rivoluzionario Enjolras.

“Helena Boham Carter e Sasha Baron Cohen sono stati anche grandiosi”, ha scritto.

Dopo essersi scusato per essere stato così duro, perché ha detto “Sono cresciuto con questo musical e le mie aspettative erano alte”, Lambert ha messo la parola fine al film. “Andatelo a vedere per la performance di Anne Hathaway. E’ stata struggente”, ha detto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*