Amianto nelle lanterne cinesi: il ministero ritira del mercato

News

Amianto nelle lanterne cinesi: il ministero ritira del mercato

Amianto nelle lanterne cinesi: il ministero ritira del mercato
Amianto nelle lanterne cinesi: il ministero ritira del mercato

Il ministero ha deciso di ritirare dal mercato le lanterne cinesi, in quanto contengono amianto, in base ad alcune analisi effettuate.

Quelle lanterne che noi tutti conosciamo e che sono ormai ovunque, dai battesimi ai matrimoni ad altre cerimonie, sono distribuite in Italia dalla Ebbei Store e sono state rinvenute tracce di amianto.

La società di Roma, la Asls RMC ne ha sequestrate ben 32 in quanto all’interno sono stati trovati dei frammenti di amianto e per questo risultano essere cancerogene per inalazione.  “La persona più a rischio – in base a un comunicato –  è chi maneggia direttamente la lanterna; toccando il cordino, infatti, le fibre di amianto possono sfaldarsi, essendo di materiale friabile (praticamente amianto puro); ugualmente il rischio di dispersione delle fibre si può avere quando l’articolo ricade a terra”.

E’ stato anche imposto di ritirare tutti gli articoli di queste lanterne, in quanto considerate dannose per l’organismo, cancerogene qualora venissero inalate proprio per via dell’amianto in essa contenuto.

Ovviamente non tutte contengono frammenti di amianto, ma per sicurezza “il ministero ha disposto ai Nas di estendere il divieto di vendita a tutti gli articoli sprovvisti di idonea certificazione attestante l’assenza di amianto; questi verranno campionati ed inviati ad analisi presso i Centri regionali amianto”, e “saranno rilasciati a libera commercializzazione solo quelli privi di amianto”.

Nel caso qualcuno le avesse già aperte, bisogna “evitare di aprire le confezioni; se le confezioni sono state già aperte, evitare di manipolare il cordino; non gettare nella spazzatura le lanterne acquistate, ma conservarle sigillate e restituirle al negozio in cui è stato acquistato”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...