Bergamo. Alfano.”Espulso algerino da italia per allarme terrorismo”

News

Bergamo. Alfano.”Espulso algerino da italia per allarme terrorismo”

“Bergamo: espulso algerino da Italia per allarme terrorismo”

Questa mattina, un algerino di 40 anni, residente a Seriate in provincia di Bergamo è stato espulso per direttissima con un provvedimento del Ministero dell’Interno.
A darne notizia è stato proprio Angelino Alfano che, sottolineando l’efficienza della sicurezza italiana, ha spiegato che questa ulteriore espulsione segna i tempi dell’ instancabile attività di prevenzione che si sta facendo in Italia. Altro non è che un pilastro nella lotta all’estremismo violento.
L’algerino, che ha lasciato l’Italia questa mattina con un aereo decollato da Fiumicino e diretto in Algeria è sposato con una donna di Seriate convertita all’Islam. Abitava in un complesso residenziale. Si era regolarizzato con il matrimonio.Al momento non lavorava e, a detta dei vicini di casa, sono, con la moglie persone normali. Mai un problema, mai frequentazioni strane. Non risulta neanche che l’algerino frequentasse luoghi di culto islamici.

Indagini

Secondo le indagini condotte dalla questura di Bergamo e di Brescia il giovane algerino si era radicalizzato.

L’algerino era stato segnalato in quanto “intestatario di un’utenza cellulare utilizzata da un miliziano dell’Is che avrebbe parlato al telefono di non ben specificati ed identificati progetti terroristici.
Con quest’espulsione siamo a 123 gli estremisti allontanati all’Italia a partire dal 2015.
« Abbiamo utilizzato una mano leggermente più pesante e più dura – ha detto Alfano -. Noi abbiamo abbassato le garanzie. Non per quanto riguarda la detenzione, ma per quanto riguarda la permanenza nel territorio nazionale. Lo abbiamo fatto per alzare il livello di sicurezza dei nostri concittadini. Questa è la verità in senso tecnico giuridico».

Angelino Alfano ha anche spiegato il rapporto con i musulmani. “Potevamo avere due approcci distinti. Potevamo considerare tutti i musulmani fiancheggiatori del terrorismo,oppure fare come abbiamo fatto, cioè distinguere chi prega da chi spara. I musulmani ci hanno dato una serie di indicazioni per espellere altri musulmani e buttare fuori anche alcuni imam.

Abbiamo espulso nove imam perché inneggiavano alla violenza”. “

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche