Campania: esplode petardo illegale: 13enne perde mano e occhio

Napoli

Campania: esplode petardo illegale: 13enne perde mano e occhio

E’ il primo tragico incidente provocato dai botti. E’ accaduto questa mattina ad Eboli dove un tredicenne, Alessio, ha esploso un petardo illegale con conseguenze purtroppo irreversibili. Il giovane si trovava con un gruppo di amici e ha acceso la miccia del botto ma non ha avuto neanche il tempo di allontanarsi che il petardo è esploso, una deflagrazione simile a quella di una bomba che non ha permesso all’adolescente nemmeno di proteggersi il volto. Le sue urla disperate hanno richiamato molte persone in strada e sono stati allertati i soccorsi: nel frattempo è arrivata anche la madre del ragazzo che ha chiesto aiuto disperata; pochi minuti dopo in via San Bernardino, dove è avvenuto l‘incidente, è giunta un ambulanza che ha soccorso il giovane portandolo in codice rosso in ospedale.

I medici lo hanno curato ma non è stato possibile salvare l’occhio e la mano sinistra, a causa della gravità delle ferite. Un epilogo terribile e traumatico, quello comunicato dall’equipe di ortopedici e chirurghi, che hanno anche evidenziato la necessità di spostare il tredicenne in un centro specialistico. Con il Capodanno alle porte, è questo il primo tragico incidente degli ultimi giorni dell’anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...