Capelli ricci: consigli - Notizie.it

Capelli ricci: consigli

News

Capelli ricci: consigli


Prendersi cura dei propri capelli è una prerogativa essenziale comune alla maggior parte delle donne e in alcuni casi anche degli uomini. Nutrire a fondo la struttura del capello permette di avere capelli sani e forti e limitare la comparsa di doppie punte, cute grassa e secchezza delle lunghezze. Dai capelli lisci a quelli ricci, da grassi a estremamente secchi, la cura è essenziale e i prodotti giusti facilitano il processo per avere una chioma sempre in perfetta salute. Come per ogni tipologia di capello, anche i capelli ricci meritano le giuste attenzioni.

Capelli ricci quanti capricci

I capelli ricci se non curati e trattati nel modo appropriato possono diventare crespi, grassi alla cute e secchi alle punte, piatti alla cute e sfibrati alle lunghezze. Per evitare di incorrere in tali problematiche è buona norma conoscere prodotti adatti alla cura dei ricci per avere capelli voluminosi senza troppa fatica. Alleati preziosi sono lo shampoo, il balsamo, impacchi pre e dopo shampoo a base di olii nutrienti come l’olio di cocco e l’olio di argan.

Lo Shampoo: è importante scegliere, al momento dell’acquisto, uno shampoo specifico per capelli ricci in quanto è studiato e formulato per sostenere questa tipologia di capello.

Come per tutte le tipologie di capello, anche per i capelli ricci è buona norma non lavare i capelli più di due volte a settimana così da non privare il capello degli oli naturali in esso contenuto. Il lavaggio frequente provoca un indebolimento della struttura del capello con conseguente piattezza alla radice e secchezza delle punte.

Balsamo: dopo ogni shampoo è bene utilizzare un balsamo idratante o ristrutturante in base alle esigenze del capello riccio, nel caso in cui le lunghezze e le punte siano secche è ideale un balsamo idratante, invece nel caso di lunghezze e punte sfibrate è consigliato utilizzare un balsamo ristrutturante che vada a riparare la fibra del capello.

Impacco pre-shampoo: l’impacco è uno step fondamentale da inserire nella routine settimanale della cura dei capelli, fornisce nutrimento e ripara i danni del capello. I capelli ricci, predisposti a secchezza e crespo, trovano giovamento dagli impacchi pre-shampoo in quanto ricevono la giusta idratazione.

Spazzola: essendo i capelli ricci più difficili da pettinare è consigliabile evitare i pettini e le spazzole a denti stretti in quanto tendono a spezzare la struttura del capello e a renderlo più crespo producendo così l’effetto “capelli gonfi”. Il pettine a denti larghi è la miglior scelta per evitare che il capello si spezzi o diventi crespo.

Districare: districare i nodi è un processo essenziale per i capelli ricci.

Il primo passo corretto da fare è pettinare i capelli quando sono ancora bagnati, dopo averli tamponati con un asciugamano, perché spazzolarli quando sono umidi potrebbe spezzarli. Continuate con un pettine a denti larghi cominciando dalle punte cosi da sciogliere i nodi che facilmente si formano, fin ad arrivare alla radice. Non è consigliabile districare i capelli asciutti in quanto si verificherebbe il temuto effetto crespo.

Asciugatura (con il phon): sarebbe meglio evitare il phon e lasciar asciugare i capelli da soli per evitare l’effetto crespo ma quando ciò non è possibile utilizzare il phon ad una temperatura bassa aiuta a limitare i danni che produrrebbe il calore sulle lunghezze e sulle punte.

Acconciatura: utilizzare mousse e prodotti per lo styling specifici per capelli ricci aiuta la chioma a rimanere in ordine dopo aver fatto l’acconciatura che più si desidera.

Read more: Hair Care for Curly Hair | eHow.com http://www.ehow.com/way_5256429_hair-care-curly-hair.html#ixzz2ENSQKFdQ

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche