Celiachia: no alle diagnosi “fai da te” COMMENTA  

Celiachia: no alle diagnosi “fai da te” COMMENTA  

Celiachia: no alle diagnosi "fai da te"
Celiachia: no alle diagnosi "fai da te"

Molte persone sono intolleranti al glutine ma anche chi non è celiaco, si improvvisa esperto si auto-diagnosticano. È possibile la celiachia fai da te?

Al giorno d’oggi molte persone soffrono di celiachia. Ovviamente solo gli esperti medici possono accertare l’intolleranza al glutine.

In molti supermercati, troviamo cibi senza il glutine. Infatti molte donne credono che possono assumere certi alimenti senza glutine, improvvisando diete varie ma non sanno che esse causano solo problemi all’intestino.

Molti alimenti hanno un ricco contenuto di proteine che provocano disturbi all’intestino con vari dolori come quelli addominali, diarrea o pancia gonfia.

La convinzione di poter mangiare cibi privi di glutine accade proprio quando, eliminando alcuni alimenti dalla propria quotidianità alimentare, percepiscono un beneficio, miglioramento rispetto a prima.


Ovviamente non è consigliabile applicare questo metodo essendo che si rischia solo di fare danni al proprio intestino. Tutto questo nasce da una erronea informazione basata anche dagli effetti commerciali di alcuni cibi.


Sono pertanto invitati le persone che credono di soffrire la celiachia o per accertarsi di non essere sensibili al glutine, a dei controlli adeguati fatti da uno specialista o dal proprio dietologo.

Leggi anche

Salute

Dieta Lemme: quali danni provoca

Dieta Lemme: sconsigliata a chi soffre di problemi al fegato, ai reni, la mancanza totale di sale potrebbe portare ad ipotensione con capogiri, sconsigliata anche alle donne in gravidanza La dieta del Dottor Lemme sta Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*