Cerimonia di consegna fondi in favore della Casa della Divina Provvidenza del Cottolengo di Cuneo COMMENTA  

Cerimonia di consegna fondi in favore della Casa della Divina Provvidenza del Cottolengo di Cuneo COMMENTA  

cuneo-piazza-galimbertiSi è svolta ieri giorni fa, presso la stazione ferroviaria dismessa di Borgo Gesso, sede del Memoriale per i Caduti della Divisione alpina Cuneense in terra di Russia, la cerimonia di consegna della raccolta fondi in favore della Casa della Divina Provvidenza del Cottolengo di Cuneo, raccolta organizzata dall’Associazione Nazionale Alpini sezione di Cuneo, in collaborazione con il Comune di Cuneo, in occasione del concerto del 4 dicembre scorso al Teatro Toselli.

Leggi anche: Zeroimpactlab lancia la nuova app per ridurre lo spreco alimentare

Durante la serata, che aveva visto l’esibizione a titolo gratuito della Fanfara della Brigata Alpina Taurinense, il pubblico cuneese aveva manifestato la propria generosità raccogliendo circa 1.000 euro da destinare alla Casa della Divina Provvidenza di Cuneo.

Leggi anche: Zanzara tigre: è in atto una vera invasione in Italia

La cerimonia, che ha visto anche la partecipazione del Sindaco di Cuneo Federico Borgna, voleva altresì ricordare l’alpino Andrea Bordino da Castellinaldo che, dopo essere sopravvissuto alla campagna di Russia e alla prigionia nei campi di reclusione sovietici in Siberia, per 30 anni ha prestato servizio, come Fratel Luigi della Consolata, presso la Casa della Divina Provvidenza di Torino. A Fratel Luigi della Consolata, attualmente dichiarato “venerabile” e per cui è in corso il processo di beatificazione (cosa che farebbe di lui il primo soldato ad essere dichiarato “beato”), è infatti dedicata una sezione del Memoriale della Divisione alpina Cuneense.


«È stato un momento importante – dichiarano il Sindaco Federico Borgna ed il Vice Sindaco Luca Serale, referente dell’iniziativa per il Comune – che sottolinea ancora una volta il proficuo rapporto di collaborazione tra il Comune e la sezione di Cuneo dell’Associazione Nazionale Alpini. Fortunatamente a Cuneo la solidarietà è un sentimento ancora vivo e forte e lo dimostra questa raccolta fondi nei confronti di una struttura dedicata a chi ha gravi disabilità. A tal proposito ci teniamo a ringraziare, oltre all’A.N.A. di Cuneo, il Tenente Colonnello Mario Renna e tutta la Fanfara della Brigata Alpina Taurinense, che si era esibita al Toselli a titolo gratuito proprio all’insegna della solidarietà alpina».

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Udine: madre picchia brutalmente sua figlia perché non porta il velo
Attualità

Udine: madre picchia brutalmente sua figlia perché non porta il velo

Una giovane studentessa è stata violentemente  picchiata dalla madre perché non portava il velo .   Accadeva a Udine: la ragazza è stata subito allontanata dai Servizi sociali del Comune e collocata in una struttura protetta, sicura attacchi di ira violenta come quello appena subito. La giovane era stata picchiata dalla mamma  solo non aveva messo il velo islamico, giovane che temeva anche la reazione del padre.  La studentessa era infatti stata  sorpresa dalla madre a scuola, mentre era  senza velo. Una ragazzina di origini nordafricane, una brava studentessa in un istituto superiore di Udine, che è stata allontanata d'urgenza dalla Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*