Cinque giochi da fare con le carte francesi

Poker

Cinque giochi da fare con le carte francesi

carte francesi
carte francesi

Le carte francesi sono quelle più usate nei giochi di carte. Il mazzo principale contiene 54 carte, divise per 4 semi. Conosciamole meglio.

Le carte francesi sono costituite da un mazzo di 54 carte suddivise nei 4 semi: picche, cuori, fiori e quadri. Ad ogni seme sono attribuite 13 carte. A completare il mazzo ci sono 2 jolly.

I giochi con le carte francesi

I giochi di carte sono dei grandi classici senza tempo. Perfetti per qualsiasi occasione e ideali per passare il tempo in caso di attese, come ad esempio durante viaggi lunghi in treno, in aereo o ovunque ci sia un piano d’appoggio. Sono amati da tantissime persone senza distinzione d’età, dagli anziani nei circoli e nei bar ai giovani, che usano le carte perfino durante gli intervalli scolastici. Con il mazzo francese è possibile fare moltissimi giochi. Vediamo i più diffusi.

Scala Quaranta

Sicuramente è il gioco più diffuso con le carte francesi. Inventato in Ungheria dove, in breve tempo, ha superato il tradizionale gioco del Ramino. Giocare è molto semplice: si utilizzano due mazzi di carte e l’obiettivo è quello di sconfiggere gli avversari facendogli superare, con le varie “chiusure” il punteggio stabilito.

Bridge

Originario dell’Inghilterra si è ben presto diffuso a livello globale.

La forma moderna è stata concepita in Italia. Si gioca con 2 coppie di giocatori avversari. Il bridge si compone di due step che si alternano durante la fase di gioco: quella di dichiarazione e quella effettiva di gioco. Nella prima fase viene stabilito un “contratto” ovvero una squadra si impegna a conseguire nella fase successiva un numero prefissato di prese. Il giocatore che si aggiudica il contratto muove anche le carte del compagno che vengono distese visibili sul tavolo. Questo gioco con le carte è stato classificato come sport e al momento è l’unico.

Poker

Questo gioco che nasce in America, in alcuni casi, viene classificato tra i giochi di carte d’azzardo. Oggi ne esistono molte varianti ma tutte seguono la stessa logica. Durante le fasi del gioco le carte vengono distribuite in senso orario e ad ogni mano il giocatore deve fare una puntata obbligatoria. Ad ogni turno i giocatori possono fare diverse azioni, come scartare una carta e cambiarla, finché non otteniamo un vincitore con il punteggio delle carte più alto.

Naturalmente vince chi si aggiudica tutte le fiche degli avversari.

Black Jack

Come il poker il Black Jack viene classificato come gioco d’azzardo. Nato in Francia con il nome di “Ventuno” diventa Black Jack in America. Sono utilizzati due mazzi di carte francesi e a giocare è un solo giocatore per volta che si scontra con il cosiddetto “banco”, che tiene le carte. L’obiettivo è molto semplice: raggiungere con la somma delle carte 21 o superare la somma delle carte del banco senza mai andare oltre 21.

Burraco

Il Burraco è un gioco di origine italiana, derivato dal tradizionale gioco della pinnacola, giocato con due mazzi di carte francesi comprensivi dei jolly. Si può giocare fino ad un massimo di 4 giocatori a squadre o singolarmente. Le regole uniscono quelle della Canasta a quelle della Scala Quaranta. Lo scopo è quello di finire tutte le carte in mano prima dell’avversario o della squadra avversaria.

Per fare questo è necessario però aver prima fatto almeno un “burraco” ovvero una combinazione o una scala comprensiva di almeno 7 carte e aver giocato anche i due mazzetti di carte che vengono preparati all’inizio del gioco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche