Codice fiscale uguale a un’altra persona: cosa succede?

News

Codice fiscale uguale a un’altra persona: cosa succede?

Codice fiscale uguale a un'altra persona: cosa succede?
Codice fiscale uguale a un'altra persona: cosa succede?

E’ sempre più frequente che il proprio codice fiscale sia uguale a quello di un’altra persona. In quel caso come si può fare e cosa accade? Scopriamolo.

Il codice fiscale è una tesserina formata da numeri e lettere, un totale di ben 16 così formate:

  • 3 lettere sono il cognome
  • lettere sono il nome
  • 2 sono i numeri dell’anno di nascita
  • 1 il mese di nascita
  • 2 numeri il girono di nascita e il sesso
  • 1 lettera e 3 numeri per indicare la città di nascita e il paese in cui si risiede
  • 1 lettera per un controllo automatico.

A volte può succedere che il nostro codice fiscale sia uguale a quello di un’altra persona e non è possibile. Il problema di questo tipo ha un nome e si chiama omocodia, ovvero avere lo stesso codice fiscale con stesse lettere e numeri.

Solitamente ci si accorge del problema solo quando viene chiesto il codice fiscale per pagare qualcosa e in quel caso nascono i problemi e i dissidi. Nel caso ti trovassi di fronte a una situazione del genere, è bene innanzitutto farla presente, accorgersi di quanto successo e chiederne la correzione presso l’ente che ha fornito il codice fiscale in modo che corra ai ripari. Sarà compito dell’Agenzia delle Entrate fornire ad ogni persona un nuovo codice fiscale cambiando alcuni dei numeri presenti, a partire da quelli alfanumerici dalla destra.

All’inizio del 2016, i casi di omocodia, ovvero di persone aventi lo stesso codice fiscale, sono state circa 38.000, ma il numero tende ad aumentare e bisogna accorgersene e correre ai ripari, anche perché molti fanno acquisti online e spesso il loro codice fiscale è richiesto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...