Colonia Varese, un colosso abbandonato a Milano Marittima

Attualità

Colonia Varese, un colosso abbandonato a Milano Marittima

La Colonia Costanzo Ciano, conosciuta anche con il nome di Colonia Varese è sita a Milano Marittima in Viale Matteotti in prossimità di un’altra colonia famosa, la Montecatini (Monopoli di Stato). Il pezzo di architettura risale all’epoca del fascismo e precisamente al 1938, costruita dalla Cooperativa Muratori & Cementisti di Ravenna sulla base di un progetto di Mario Loreti del 1937. La struttura era adibita all’accoglimento di un migliaio di bambini, suddivisi in maschi e femmine ognuno in camerate diverse come era da regolamento all’epoca del fascismo.
La Colonia era molto vasta e si estendeva su una superficie di circa 4.300 metri quadri con una volumetria di 62.000 metri cubi di stampo prettamente fascista. Al centro della corte non poteva mancare il busto con il volto del duce Mussolini, che però scomparve e non venne più trovato dopo la caduta del regime. Con l’inizio della seconda guerra mondiale la struttura visse una fase di decadimento e venne addirittura declassata a prigione ed ospedale di guerra per l’esercito tedesco.

In quegli anni il corpo centrale delle rampe venne abbattuto e tra gli anni 50 e 60 si passò alla costruzione di una nuova griglia di scale in cemento armato che di fatto non fu mai completata.

Oggi la colonia è stata del tutto abbandonata in uno stato di profondo degrado anche se si è paventata in parecchie occasioni l’idea di una ricostruzione o di un riadattamento della stessa imponente struttura. Oggi è abitata dai senza tetto, e si presenta in condizioni fatiscenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche