Come nutrire un coniglietto appena nato

Guide

Come nutrire un coniglietto appena nato

Se la vostra coniglia muore di parto o non sta allattando i cuccioli, è il momento di rimboccarsi le maniche e prendersi cura di loro. Il segno più lampante che la madre non sta allattando i piccoli è il chiasso proveniente dal nido. I cuccioli affamati emettono un suono simile ai gattini. Un altro indizio della negligenza della coniglia è che i conigli siano freddi e con il ventre piatto la mattina dopo il parto. Con i giusti accorgimenti, i conigli abbandonati od orfani possono comunque crescere e diventare adulti in salute.

Istruzioni

1. Tagliate il foro della tettarella del biberon, in modo che ne esca una buona quantità di latte.
2. Preparate il latte in polvere per cuccioli seguendo le istruzioni della confezione, se ne avete comprato uno già pronto.
3. Versate nel biberon 5 centimetri cubi (cc) di latte in polvere e 0.5 cc di liquido acidofilo. Usate una siringa per delle misurazioni più accurate.
4.

Mettete il coniglio su un asciugamano soffice, in modo che possa sedersi naturalmente. Non giratelo verso l’alto per nutrirlo. Offritegli il biberon e tenetelo rovesciato, in modo che quando il coniglio inizia a succhiare, non succhierà aria. Dategli circa metà del latte o la quantità che vuole assumere e lasciate il resto per più tardi.

5. Nutrite allo stesso modo tutti i piccolo e dopo ogni pasto, pulitegli il sedere con un asciugamano inumidito con acqua calda, in modo da stimolare la defecazione.

6. Seguite questo programma per i pasti:

Settimana 1: 5 cc di latte in polvere e 0.5 cc di acidofilo

Settimana 2: 15 -25 cc di latte in polvere e 1 cc di acidofilo

Settimana 3 e 4: 25 cc di latte in polvere e 1 cc di acidofilo

Settimana 5 e 6: 30 cc di latte in polvere e 1 cc di acidofilo

Dopo sei settimane il coniglio può essere svezzato e nutrito con cibo per conigli e fieno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*