Condanna a 16 anni per Schettino, ma resta libero COMMENTA  

Condanna a 16 anni per Schettino, ma resta libero COMMENTA  

I giudici di Grosseto hanno emesso il verdetto nei confronti dell’ex comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino. Per il disastro del Giglio Schettino è stato condannato a 16 anni ed un mese di reclusione. A tale condanna viene aggiunta, come pena accessoria, l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e per cinque anni risulterà decaduto ed interdetto nel comandare una nave. Inoltre il Tribunale ha stabilito l’importo che Shettino dovrà corrispondere a titolo di risarcimento danni ai familiari delle vittime e naufraghi della Costa Concordia.

E’ quindi terminato dopo tre anni il processo per il naufragio della nave da crociera avvenuto il 13 Gennaio del 2012 e che ha provocato trentadue vittime. Schettino comunque potrà restare libero in attesa dello svolgimento del processo di Appello. I giudici non hanno infatti stabilito nei suoi confronti alcuna misura cautelare. I legali che difendono l’ex comandante si dichiarano delusi del verdetto, e sono motivati ad andare avanti per dimostrare che Schettino non abbandonò la nave e quindi non deve rispondere di tale reato.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*