Corsa: come scegliere le scarpe

Sport

Corsa: come scegliere le scarpe

Arriva l’estate e quindi l’attività all’aria aperta viene favorita. Sia che siamo sportivi, sia che ci “improvvisiamo” tali, una bella corsa (o camminata veloce) per tenersi in forma è qualcosa di importante e che spesso, anche chi magari è stato più pigro durante l’inverno, crede di voler e poter fare.

Attenzione però, perchè è importante scegliere gli strumenti corretti, per evitare che una attività intrapresa anche solo sporadicamente e senza pretese, da benefica, si trasformi in “malefica”, cioè in fonte di problemi. Nella corsa (e nella camminata veloce), è importantissimo scegliere le scarpe corrette, questo per evitare traumi e stress in tutto il corpo e non importa se a correre si va una volta alla settimana o una volta ogni due.

Le scarpe non sono tutte uguali e non bisogna farsi attrarre dai colori o dalla suola o dal prezzo. Innanzitutto le scarpe da corsa si dividono in più categorie deniminate dalla lettere A e affiancate da un numero: A1, A2, A3, A4, A5.

Se non si è professionisti, se non si hanno velleità maratonete, si dovrebbe stare su una scarpa di classe A3 o A4 che sono scarpe tendenzialmente neutre. E’ importante per la scelta, valutare il peso corporeo del soggetto, determinare il tipo di passo e il tipo di terreno su cui tendenzialmente si andrà a correrre. Basta prendere un normalissimo paio di scarpe usate e vedere il consumo della suola, per stabilire se si ha un passo “pronatore” o “supinatore” e scegliere la scarpa da corsa più adeguata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...