Donnie Darko: storia, trama e significato del film e dei personaggi
Donnie Darko: coniglio significato
Cinema

Donnie Darko: coniglio significato

Immagine tratta da Donnie Darko
Immagine tratta dal film

Donnie Darko è un film del 2001 che ancora oggi tiene con il fiato sospeso. Quale sarà l'effettivo significato del film? E di Frank, il coniglio nero che salva e funge da aguzzino del protagonista?

I film che suscitano più interesse da parte del pubblico sono probabilmente quelli in cui, alla fine del film, si rimane sospesi e sorpresi. Nel senso che non si è certi di aver compreso completamente il senso di quello che si è visto. Allora iniziano le ricerche di internet, i cineforum con gli amici che l’hanno visto, le domande esistenziali più disparate. Donnie Darko è un film dai punti interrogativi irrisolti. Dopo anni dalla sua uscita al cinema ci sono ancora molte persone che rimangono sospese tra i significati che gli sono stati attribuiti.

Donnie Darko

Donnie Darko è un film del 2001, scritto e diretto da Richard Kelly al suo esordio. Oggi è un film molto famoso ma all’inizio incassò anche meno del previsto. Nel 2004 è stata proposta una seconda versione, 20 minuti più lunga, con la quale si ha avuto riscontro del grande successo avuto. In Italia è rimasto inedito fino al 2002.

Con la Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e con l’uscita negli Stati Uniti della seconda versione nel 2004 il film è approdato anche nella penisola.

Il film viene considerato un thriller, ma anche un horror, un fantascientifico e un drammatico. Il protagonista è Donnie Darko, un giovane adolescente con i soliti problemi della sua età. Non è un ragazzo popolare, ma intelligente e compassionevole nei confronti di chi si trova in condizioni di disagio. Ha anche una probabile forma di schizofrenia e quindi è in cura e sotto farmaci.

L’inizio particolare di Donnie Darko

La notte in cui tutto ha inizio è quella del 2 ottobre 1988. Infatti dopo che la figlia maggiore dei Darko, Elisabeth, è rincasata, avviene un incidente: casca dal cielo il motore di un aereo. Precisamente questo va a finire sulla camera di Donnie, che fortunatamente non è nel suo letto. Il ragazzo rinviene di mattina in un campo da golf e viene svegliato da due giocatori.

Si accorge però di avere una scritta sul braccio: 28:06:42:12. Durante l’episodio di sonnambulismo che lo ha portato a Middlesex, dove si trova il campo da golf, il ragazzo aveva parlato con una strana figura, la quale gli aveva detto che sarebbero mancati 28 giorni, 6 ore, 42 minuti e 12 secondi alla fine del mondo.

Donnie torna dalla sua famiglia, che lo trova sano e salvo, e capisce di essere scampato a morte certa. L’incidente però sembra inspiegabile e persino la FFA non sa da dove possa essere saltato fuori il motore che ha colpito casa Darko. La vita riprende, ma cominciano ad accadere cose particolari al protagonista. Un giorno, durante l’ora di letteratura, conosce una nuova studentessa, Gretchen Ross, che si siede vicino a lui.

In terapia il giovane confessa di avere un nuovo amico immaginario: Frank. Costui è travestito da coniglio nero, forse un po’ macabro, che compare a Donnie solo in sogno.

Frank è colui che l’ha salvato dall’incidente ma lo ha anche costretto ad allagare la scuola rompendo un condotto dell’acqua con un’accetta. Tornando a casa incontra Gretchen, in compagnia di due bulli che le stanno dando fastidio. Donnie interviene e accompagna la ragazza a casa sua, chiedendole alle fine di fidanzarsi.

Il precipitare degli eventi di Donnie Darko

In seguito avvengono altre stranezze, Frank lo costringe a dare fuoco alla casa di un predicatore che si scopre essere uno spacciatore e un pedofilo, così che una sua professoressa, sostenitrice del predicatore, non potrà accompagnare il gruppo di ballo della sorella minore di Donnie a Los Angeles. Per questo incarico viene così designata la madre di Donnie, nello stesso periodo in cui anche il padre è fuori casa per lavoro.

Lui e la sorella maggiore decidono di festeggiare Halloween a casa loro, dove viene raggiunto dalla sua ragazza. Ma Donnie sente di aver avuto una premonizione e corre con lei e con i suoi amici a casa di Nonna Morte, una vecchia che passa la vita facendo la spola tra la sua cassetta delle lettere e l’interno dell’abitazione.

Qui una macchina, per non investire l’anziana signora, sbanda e prende Gretchen. Dalla vettura scende Frank in carne e ossa e Donnie gli spara in un occhio con la pistola sottratta al padre in precedenza.

Riportando il cadavere della ragazza a casa sua, Donnie si accorge di una serie di nuvole addensate sopra la città. Comprende quindi che è la manifestazione di un warmhole. Intanto l’aereo su cui stanno sua madre e il gruppo di danza della sorella perde uno dei due motori, colpendo casa sua e uccidendolo la notte del 2 ottobre 1988. In realtà Donnie Darko era quindi già morto, ma le persone che hanno interagito con lui in quei 28 giorni hanno ricordi o sensazioni di lui provenienti da un universo tangente del multiuniverso.

Per comprendere meglio la filosofia dei viaggi del tempo alla base del film si può acquistare lo pseudolibro, utilizzato veramente durante le riprese di Donnie Darko, scritto da Roberta Sparrow (alias Nonna Morte).

Frank: il coniglio nero di Donnie Darko

Sono diverse le teorie che si sono sviluppate su Frank e sull’intero film.

Secondo alcuni infatti tutto si svolgerebbe in un universo parallelo eccetto la fine. Frank, ucciso nell’universo parallelo, avrebbe viaggiato nel tempo, cosa che non avrebbe potuto fare se fosse stato ucciso nell’universo reale. Secondo quest’ipotesi il coniglio nero avrebbe come obiettivo quello di dare un senso al paradosso. Secondo altri invece Donnie ritornerebbe indietro nel tempo per scongiurare gli eventi che hanno portato alla morte di Gretchen. Altri ancora prendono vie più filosofiche ed esoteriche.

Frank ovviamente non è il solito coniglio delle favole, bianco e carino. Anzi è nero e con un aspetto spaventoso e demoniaco. All’inizio sembra essere un’allucinazione di Donnie, schizofrenico, e durante il film un fantasma. Alla fine si scopre che è un semplice ragazzo, ucciso da Donnie perché causa della morte della sua ragazza.

Il nome richiama palesemente San Francesco, la cui festività si celebra il 4 Ottobre. Non a caso, quindi, il film è ambientato in questo mese.

Frank è il salvatore di Donnie, ma anche il suo aguzzino. Lo costringe infatti a compiere atti di vandalismo, come allagare la scuola e dare fuoco alla casa del predicatore. In realtà in seguito queste azioni si scoprono positive. Infatti la scuola viene punita perché corrotta e il predicatore uno spacciatore e un pedofilo.

Per vedere Donnie Darko comodamente seduti sul proprio divano, è possibile acquistare una copia in DVD da Amazon.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

classici di Natale
Cinema

Dieci film classici di Natale

di Notizie

Siete pronti per godervi le feste natalizie sul divano, sotto alle coperte? Per accompagnarvi, ecco una selezione dei dieci migliori film a tema Natale.