Donnie Darko: spiegazione film COMMENTA  

Donnie Darko: spiegazione film COMMENTA  

Donnie Darko
Donnie Darko

Donnie Darko: ecco la spiegazione del film cult del 2001 scritto e diretto dal regista Richard Kelly, in uscita a dicembre nella versione restaurata.

Donnie Darko è un film cult del 2001, diretto da Richard Kelly, il cui senso profondo è molto difficile da comprendere. Donnie Darko, ragazzo con disturbi psichici, dopo una notte trascorsa in preda a sonnambulismo, si risveglia in un campo da golf in Virginia. Da lì ha inizio un periodo fatto di incontri strani e inquietanti con un coniglio mostruoso. In seguito, Donnie scopre di avere dei poteri e s’innamora di una ragazza.


Quella stessa notte avviene uno strano incidente: il motore di un aereo si stacca e precipita sull’abitazione dei Darko. La camera del giovane è distrutta ma lui non c’è. Donnie, nei giorni a venire, sarà sempre più fuori controllo. La notte di Halloween organizza una festa a casa sua che termina con la morte della sua ragazza.


All’alba il giovane porta il cadavere della  fidanzata su una collina e lì si forma uno strano vortice in cui vola un aereo su cui viaggiano madre e sorella di Donnie. Da quell’aereo si stacca un motore che distrugge casa Darko e Donnie muore nel suo letto, 28 giorni prima.


La chiave interpretativa si incentra sul libro di Roberta Sparrow, intitolato “La filosofia dei viaggi nel tempo”. Qui si narra della possibilità che il Tempo possa “corrompersi” per ragioni sconosciute. Ciò darebbe vita a universi paralleli detti “tangenti”. Si tratta di realtà instabili che durano poche settimane e che terminano morendo a se stesse.

L'articolo prosegue subito dopo


In questo lasso temporale è possibile viaggiare nel tempo grazie alla formazione di un vortice spazio temporale. Tale spazio temporale si ricongiunge all’Universo Tangente. Nel mentre, nascono personaggi e fenomeni particolari che portano alla creazione e al collasso di tale universo. La nascita di tale mondo è detta Artefatto.

L’essere umano prescelto per ricongiungere gli spazi temporali (Donnie), è detto Ricettore vivente. Segue il Morto Manipolato, Frank, che muore nell’Universo tangente per tornare e guidare il ricettore.

Per tornare al punto di partenza, ogni gesto e avvenimento di chi è accanto a Donnie (Viventi Manipolati) è solo un altro motivo per far collassare l’Universo Tangente.  Il protagonista ricorda ciò che è accaduto nell’Universo Tangente, ma sceglie di andare incontro al suo destino.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*