F1, GP di Monaco: Alonso si scaglia contro Perez. E intanto insorge la polemica gomme con la Mercedes

Auto

F1, GP di Monaco: Alonso si scaglia contro Perez. E intanto insorge la polemica gomme con la Mercedes

Week-end da dimenticare per la Ferrari e in particolare per Fernando Alonso. A fine gara, il pilota spagnolo del cavallino, se la prende a muso duro con Sergio Perez. Il messicano della McLaren infatti, è stato autore di un sorpasso spericolato proprio nei suoi confronti, rischiando di finire anzi tempo, la corsa. “Alcuni piloti non hanno nulla da perdere. Noi invece perdiamo punti importantissimi”.

E aggiunge: “Quello che ha fatto oggi Perez, lo facevo io nel 2008-2009. Quando non lotti per il mondiale, prendi grandi rischi per fare bella figura”. Poi lo spagnolo conclude rincarando la dose: “Purtroppo abbiamo fatto una pessima qualifica, ed è normale capitare nel gruppo di piloti che non ha nulla da perdere. Per fortuna che Perez non ha concluso la gara.”

Domenica nera anche per Felipe Massa, autore di un fuori pista da brivido. “Adesso sto bene, ho perso il controllo della macchina in uscita dal rettilineo, forse un problema tecnico.

E conclude: “Me la sono vista brutta, per fortuna che sono tornato a casa”.

Anche Stefano domenicali non è per niente soddisfatto della prestazione della vettura. “Dobbiamo analizzare tutti i dati e cercare di rimediare per domenica prossima in Canada”.

Non finisce di placarsi invece, la polemica dei nuovi pneumatici Pirelli. A scaldare il pre-gara di Montecarlo, ci ha pensato la Mercedes, dichiarando esplicitamente di aver provato la nuova mescola, la settimana scorsa sul circuito di Barcellona. La scuderia tedesca, secondo il reclamo ufficiale alla FIA, esposto da Ferrari e Red Bull, andrebbe a violare l’articolo 22 che vieta test durante la stagione in corso. La Pirelli però non fa drammi, spiegando che tutti possono effettuare test, per una durata di 1000 Km, nel riuscire a trovare una soluzione al facile degrado.

Ma la Ferrari ribadisce: I test devo essere effettuati con vetture vecchie di due anni. Se è vero che si possono effettuare delle prove, allora lo faremo anche noi, prima del GP nord americano, della prossima settimana.

Di questo passo, la polemica proseguirà per tutto il resto del campionato.

Prossimo appuntamento, domenica 9 giugno con il Gran Premio del Canada.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche