Faida ultras Roma-Napoli, un altro accoltellamanto COMMENTA  

Faida ultras Roma-Napoli, un altro accoltellamanto COMMENTA  

Faida ultras Roma-Napoli, un altro accoltellamantoUn altro tifoso romanista è stato accoltellato per vendetta contro l’omicidio di Ciro Esposito. Almeno questo è quanto ha dichiarato Rodolfo Pianigiani, trentaseienne romano di fede giallorossa con precedenti penali.

Rodolfo Pianigiani è arrivato con un amico alla stazione Garibaldi ed è stato accoltellato alla coscia per motivi ancora da chiarire.
Dopo il ferimento è stato portato all’ospedale di Loreto mare dove è stato medicato e ha raccontato di essere stato ferito mentre parlava con un gruppo di ragazzi che gli hanno chiesto quale fosse la sua fede calcistica.

Dopo aver dichiarato di essere un tifoso della Roma, sarebbe stato colpito con un coltello dicendogli che la coltellata era per Ciro.
Gli ultras del Napoli hanno fatto sapere che la faccenda non li riguarda e la polizia sta indagando senza escludere nessuna pista, compresa quella della delinquenza comune.

Antonella Leandri, la madre di Ciro Esposito, si è dichiarata esasperata del fatto che ogni episodio di violenza e di delinquenza venga accostato al nome di suo figlio.

L'articolo prosegue subito dopo

Era accaduto anche il 5 luglio scorso con l’accoltellamento di Federico Sartucci, per il quale la Digos sta seguendo anche la pista politica considerando la vicinanza del giovane a Casa Pound.
In seguito a tutti questi episodi di violenza non è da escludere che vengano presi seri provvedimenti, come vietare agli ultras di Roma e Napoli tutte le trasferte.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*