Fossette di Venere: perché si chiamano così

Sesso & Coppia

Fossette di Venere: perché si chiamano così

FOSSETTE DI VENERE.
FOSSETTE DI VENERE.

Cosa sono le “fossette di Venere”? Perchè vengono chiamate così? Scopriamo tutti i segreti delle fossette di Venere e perchè si chiamano così.

Per “fossette di Venere” intendiamo due incavi vicini che si trovano sul fondo della schiena, appena prima dei glutei. Le fossette di Venere sono di origine genetica ed è molto difficile averle se non si nasce con questa determinata caratteristica. Si formano quando non c’è la presenza del muscolo vicino ai glutei e sono quindi una parte del corpo molto particolare e impossibile da ottenere. Le fossette di Venere si creano quando la zona lombare della schiena presenta delle rientranze a causa della mancanza del muscolo. A questo punto l’epidermide aderisce alla zona lombare e si formano le fossette di Venere.

Le fossette di Venere si chiamano così perchè prendono il nome dalla dea romana Venere (Afrodite nella tradizione greca). Venere era la dea dell’amore e dalla bellezza che era nata dalla schiuma e dalle acque del mare.

Venere nacque quando i testicoli del padre Urano vennero recisi e buttati nel mare dal titano Crono. Venere non era solo venerata per la sua bellezza e come divinità dell’amore, ma anche per sette difetti che la rendevano unica.

I 7 difetti della dea Venere erano:

  1. Strabismo di Venere.
  2. Fossette di Venere.
  3. Capelli biondi con un colore diverso all’attaccatura.
  4. Piede alla greca.
  5. Rughe sula circonferenza del collo.
  6. Linee addominali oblique.
  7. Dito medio della mano più lungo del palmo.

Le fossette di Venere non sono soltanto una caratteristica unica, rara e particolare, ma anche una parte del corpo molto attraente e sensuale. Le fossette di Venere infatti sono molto amate dagli uomini perchè rendono i glutei sexy e desiderabili. Le fossette di Venere inoltre sono molto utili durante l’atto sessuale; l’uomo infatti può appoggiare i propri pollici durante il rapporto sessuale nella posizione della Pecorina e nel frattempo può massaggiare le cosiddette “maniglie dell’amore“. Sempre appoggiandosi alle fossette di Venere l’uomo ha una visuale molto sensuale del lato B della partner e per questo motivo il rapporto diventa veramente focoso e sensuale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche