I ricchi? Sono tutti avari, non fanno beneficenza

Attualità

I ricchi? Sono tutti avari, non fanno beneficenza

beneficenza-truffa-300x225

Chi possiede di più tende ad essere meno generoso. Non è soltanto un luogo comune, visto che esiste proprio una ricerca sull’argomento che conferma tale assunto. Lo studio è stato condotto dall’Irs (Internal Revenue Service) degli Stati Uniti, che hanno analizzato le entrate fiscali, giungendo alla conclusione che i miliardari donano in beneficenza molto meno rispetto a chi è povero. Gli americani più ricchi, quelli il cui guadagno supera i 200 mila dollari all’anno, nel 2012 hanno ridotto del 4,6% rispetto al 2006 la quota da destinare per aiutare gli altri.

Chi invece ha un reddito più basso, cioè con un guadagno annuo inferiore ai 25 mila dollari, è risultato più propenso a dare una mano a chi sta peggio. Secondo i ricercatori scatterebbe un meccanismo di immedesimazione nelle persone che si trovano in difficoltà, e che spesso appartengono alla stessa classe sociale. E’ come se, facendo beneficenza, nutrono la speranza che un giorno gli altri faranno così con loro, nel momento del bisogno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche