La storia dell’ MP3

News

La storia dell’ MP3

La storia di Fraunhofer Gesellschaft e dell’MP3

L’azienda tedesca Fraunhofer-Gesellshaft ha sviluppato la tecnologia connessa agli MP3, le cui licenze ora vantano diritti di brevetto proprio per quanto concerne la compressione dei file audio. Gli Stati Uniti hanno brevettato il “processo di codifica digitale”. Gli inventori il cui nome è legato al brevetto per MP3 sono Bernhard Grill, Karl-Heinz Brandenburg, Thomas Sporer, Bernd Kurten ed Ernst Eberlein.

Nel 1987, il prestigioso e rinomato centro di ricerca del Fraunhofer Institut Integrierte Schaltungen (parte della Fraunhofer Gesellschaft) ha dato inizio alla ricerca relativa all’alta qualità con bassa velocità in bit di codifica dei file audio, un progetto denominato EUREKA EU147, anche noto come Digital Audio Broadcasting (DAB).

Dieter Seitzer e Karlheinz Brandenburg

Due sono i nomi maggiormente noti proprio in relazione allo sviluppo di MP3. Il Fraunhofer Institut è stato supportato, nella codifica degli audio da Dieter Seitzer, un docente presso l’Università di Erlangen, il quale aveva già in precedenza lavorato sul trasferimento di musica di qualità, utilizzando una linea telefonica standard.

La ricerca di Fraunhofer è stata successivamente condotta da Karlheinz Brandenburg, ritenuto il “padre del MP3”.

Karlheinz Brandenburg era specializzato in elettronica e matematica e impegnato nella ricerca di metodi di compressione di musica sin dal 1977. In un’intervista con Intel, Karlheinz Brandenburg aveva dichiarato che per lo sviluppo dell’MP3 erano stati impiegati diversi anni, nonostante ciò rischiava anche di terminare in un totale fallimento. Brandenburg ha sottolineato inoltre come “nel 1991, il progetto era quasi morto. Durante le prove di modifiche, la codifica non aveva dato i risultati sperati tanto da non funzionare affatto. Due giorni prima della presentazione della prima versione del codec MP3, si comprese poi quale fosse l’errore”.

Che cosa è MP3

MP3 sta per MPEG Audio Layer III e si tratta di uno standard di compressione audio che rende qualsiasi file musicale più piccolo, riducendo inoltre o evitando qualunque perdita nella qualità del suono. MP3 è parte del MPEG, acronimo che sta per Motion Pictures Expert Group, una famiglia di standard per la visualizzazione dei video e compressione audio.

Gli standard stabiliti dall’ISO (Organizzazione Standard del settore) a partire dal 1992 con MPEG-1, una compressione video standard con larghezza di banda ridotta. Lo standard di compressione audio e video con banda larga elevata è il MPEG-2, ottimo anche per quanto riguarda la tecnologia DVD. Mentre, MPEG Layer III o MP3 riguarda solo la compressione audio.

Date fondamentali nella storia della nascita dell’ MP3

  • 1987 – il Fraunhofer Institut in Germania da inizio al progetto il cui nome in codice è EUREKA, il progetto noto come EU147, Digital Audio Broadcasting (DAB).
  • Gennaio 1988 – Moving Picture Experts Group o MPEG viene riconosciuto dall’International Standard Organization/International Electrotechnical Commission o ISO/IEC.
  • Aprile 1989 – Fraunhofer ricevette il brevetto tedesco per MP3.
  • 1992 – l’algoritmo di codifica dei file audio di Fraunhofer e Dieter Seitzer MPEG-1 viene integrato.
  • 1993 – viene pubblicato l’ MPEG-1 standard.
  • 1994 – MPEG-2 sarà sviluppato e pubblicato un anno più tardi.
  • 26 novembre 1996 – Stati Uniti ottengono il rilascio del brevetto per MP3.
  • Settembre 1998 – Fraunhofer rivendica i propri diritti di brevetto.

    Tutti gli sviluppatori di MP3 Encoder o Ripper e decoder/lettore ora devono pagare una tassa di licenza a Fraunhofer.

  • Febbraio 1999 – una casa discografica chiamata SubPop è il primo a distributore di brani musicali in formato MP3.
  • 1999 – si diffondono i lettori MP3.

Cosa può fare MP3

Fraunhofer Gesellschaft in merito proprio alla tecnologia MP3 ha affermato che “senza riduzione di dati, generalmente i segnali audio digitali comprendono 16 bit su campioni registrati ad una frequenza di circa due volte l’effettiva larghezza di banda audio ( ad esempio 44,1 kHz per Compact Disc). Così sono necessari più di 1.400 Mbit per realizzare solo un secondo di musica stereo con qualità da CD. Utilizzando la codifica audio MPEG, è possibile contenere tutta una seria di dati audio originali in un CD, senza perdere assolutamente nulla nella qualità del suono.”

Lettori MP3

Nel 1990, Frauenhofer sviluppò il primo, ma ancora poco efficiente lettore MP3.

Fu successivamente, nel 1997, che Tomislav Uzelac, con Advanced Multimedia Products realizzò la riproduzione MP3 AMP, il primo importante step verso l’MP3 player. Due studenti universitari, Justin Frankel e Dmitry Boldyrev portando AMP a Windows creando poi Winamp. Nel 1998, Winamp è diventato un player gratuito di musica MP3, accrescendo così la popolarità di quest’ultimo, senza alcun costo di licenza nell’utilizzo di un lettore MP3.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche