Madre surrogata partorisce due bimbi, uno è biologicamente suo

Madre surrogata partorisce due bimbi, uno è biologicamente suo

Esteri

Madre surrogata partorisce due bimbi, uno è biologicamente suo

madre surrogata

Negli USA una madre surrogata ha dato alla luce due gemellini. Di uno di questi, è la madre biologica, si tratta di un raro caso di superfetazione.

Un caso davvero raro è avvenuto negli Stati Uniti, e vede come protagonista una madre surrogata. La donna, al secolo Jessica Allen, ha partorito due gemellini, di cui uno è suo figlio biologico. La vicenda ha sorpreso tutti, e la neo mamma ha deciso di tenere il figlio. La madre surrogata è sposata, ed dall’unione col marito erano già nati due figli. Non apparendo legalmente nel certificato di nascita, e non essendo quindi formalmente i genitori del bimbo, i due hanno dovuto superare un cavillo legale.

Madre surrogata

Il caso è stato riportato dalla Bbc. Jessica Allen era la madre surrogata per una coppia di cinesi. In un primo momento pensava che entrambi i due gemelli dati alla luce non fossero suoi. La donna ha dichiarato di essere rimasta incinta con la fecondazione in vitro, e alla sesta settimana è stato scoperto un altro embrione, presumibilmente sdoppiato da quello impiantato. Ma non è stato così. Dopo qualche settimana, infatti, la madre surrogata è stata ricontattata dalla coppia cinese, che aveva mosso dubbi sull’origine dei bambini.

Successivamente è stato fatto un test del dna, dove sono stati confermati i sospetti: Jessica Allen è la madre naturale di uno dei due bambini partoriti. L’istinto materno della donna, a questo punto, si riattiva, e giunge il desiderio di tenere e di crescere il nuovo bimbo venuto inaspettatamente al mondo. Tuttavia un cavillo legale non poteva rendere immediato questo passaggio.

madre surrogata

La spiegazione

Jessica Allen ha ovulato mentre lei era già in dolce attesa. Si tratta di un caso rarissimo, ancora di più nella situazione di madre surrogata. Secondo Manuela Monti, ricercatrice impegnata nello studio di ovociti e cellule staminali e membro della Fondazione IRCSS di Pavia, ci sono due possibili cause di quanto successo. La prima è che Jessica Allen avesse già iniziato una gravidanza surrogata quando poi ha avuto seconda ovulazione, che è un fenomeno alquanto raro. Oppure un ovocita della donna, già fecondato in un rapporto naturale col marito, che è rimasto impiantato nell’utero, ha attecchito in ritardo, forse proprio in seguito alla gravidanza surrogata.

Difficoltà legali

Qui sorsero delle difficoltà a livello legale.

Jessica Allen ed il marito, infatti, non apparivano nel certificato di nascita, e quindi non potevano essere ufficialmente riconosciuti come i genitori del bimbo. La coppia cinese diede la disponibilità ad adottare il figlio di Jessica Allen. Ma la coppia statunitense ha voluto tenere il bimbo, agendo legalmente. Fortunatamente tutto è stato risolto, con anche un rimborso alla coppia cinese, che aveva pagato per due bambini. Quindi tutto è bene quel che finisce bene, ed è anche giusto così, essendo Jessica Allen la madre vera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche